Bukowski: ‘amiamo chi non ci ama e siamo amati da chi non ameremo mai’

“La vita va avanti amando chi non ci ama e essendo amati da chi non ameremo mai”. Con queste parole il poeta maledetto Charles Bukowski ci ha spiegato come sia importante nella vita imparare a capire i propri sentimenti e imparare ad amare chi realmente ci ama. Purtroppo l’uomo è un animale eternamente infelice e insoddisfatto, non lo sarà mai, quando ha una cosa che desiderava tanto sente subito il bisogno di aVerne un’altra diversa e così via.

“Non aspettare la donna giusta. Non esiste. Ci sono donne che riescono a farti provare qualcosa di più col loro corpo o con la loro anima, ma sono esattamente le stesse che ti accoltelleranno proprio sotto gli occhi della folla”…

L’uomo è sempre alla ricerca della propria felicità ma a volte non sa che si trova li dietro l’angolo, solo non la vuole vedere, oppure pensa che spostando lo sguardo altrove potrà trovare qualcosa di meglio. Ma così è nelle cose come nelle relazioni, spesso siamo amati da chi non ricambiamo e allo stesso tempo amiamo che non ci ricambierà mai. La vita è questa, a volte bisogna farsene una ragione, a volte bisogna capire che forse gli altri non meritano il nostro amore se non sono capaci di ricambiarlo e così non lo meritiamo noi se non siamo in grado di accoglierlo.

“Tutto si riduce all’ultima persona a cui pensi la notte, è lì che si trova il cuore”…

Bukowski: 'amiamo chi non ci ama e siamo amati da chi non ameremo mai'

L’amore è qualcosa di strano, di puro e che nasce in un modo strano e se ne va a volte, allo stesso modo. Purtroppo, molte persone soffrono perché perdono il loro tempo in relazioni aride in cui solo uno ama, mentre l’altro se ne approfitta, beve i sentimenti della persona amata e li sputa. L’amore a volte non è facile da riconoscere e spesso si rincorre qualcosa che non vale la pena di essere perso.  Forse Bukowski volva dirci proprio questo, che dobbiamo imparare a guardarci intorno, ma soprattutto dentro e dentro le persone che crediamo di amare e capire dove si nasconde il vero sentimento.

“Io non sono come il mondo comune. Ho le mie pazzie, io vivo in un’altra dimensione, e non ho tempo per le cose che non hanno un’anima”…

Ricordiamo che il celebre scrittore statunitense Henry Charles “Hank” Bukowski è nato Heinrich Karl Bukowski il 16 agosto 1920 ed è morto a Los Angeles, il 9 marzo 1994.

“Pensate a tutti i milioni di persone che vivono insieme anche se non gli piace, che odiano il loro lavoro e sono spaventati all’idea di perderlo: non c’è da stupirsi che le loro facce abbiano l’aspetto che hanno”.

Nel corso della sua carriera, intervallata da donne e vita dissoluta, Charles Bukowski ha scritto sei romanzi, centinaia di racconti e migliaia di poesie, per un totale di oltre sessanta libri. Il contenuto di questi tratta della sua vita, caratterizzata da un rapporto morboso con l’alcol, appunto, da frequenti esperienze carnali e da rapporti tempestosi con le persone. La corrente letteraria a cui spesso viene associato è quella del realismo sporco. Continua a leggere qui

Author: SDS

Share This Post On