Seleziona una pagina

Perché molte coppie pochi mesi dopo il matrimonio divorziano?

Cosa li ha spinti a fare il grande passo per poi ripensarci a distanza di anche pochissimi mesi? Ne è valsa la pena?

Oggi parliamo di relazioni e di crisi che avvengono a pochi mesi dal il matrimonio. Spesso, le persone che hanno avuto più anni di fidanzamento, alla fine, sono anche quelle che hanno maggiore probabilità di lasciarsi, soprattutto dopo i primi mesi dal tanto atteso “si”.

Il divorzio lampo che crea fastidio:

Quando avvengono separazioni così ravvicinate dal matrimonio, si verificano anche i nuovi e cosiddetti divorzi lampo, che seppure veloci, danno ancora un certo fastidio. Il fastidio deriva dal fatto che è facile che la voce della separazione si diffonda con una certa rapidità, soprattutto fra persone che, mesi prima, avevano partecipato alla cerimonia e che, ad un notizia, si sentono in obbligo a chiederne i motivi e ad interessarsi.

La questione del divorzio lampo in matrimoni altrettanto brevi, è un argomento che fa gola a molti e quasi nessuno se lo lascia scappare. Il tutto avviene sotto l’imbarazzo dei coniugi, che già da soli, avevano avuto difficoltà ad ammettere la sconfitta di quel matrimonio studiato, magari nei minimi dettagli e dopo lunghi anni di frequentazione.

Perché ci si sposa se si è indecisi?

Beh, questa è una domanda molto complessa a cui rispondere e anche i terapisti di coppia e gli psicologi, hanno più volte provato a dare una spiegazione. Il fatto di stare insieme da tanti anni, presuppone già di per se l’invito a portare tutto a termine, anche quando le cose sembrano non andar più come un tempo e anche se non si è certi di starci più bene con quella persona.

Quando due stanno insieme da molto tempo, credono che quella sia la decisione giusta e che l’unico passo sensato non sia quello di lasciarsi, ma di dirigersi verso la navata e sperando che dopo quel percorso, le cose migliorino e che la relazione, un pò tiepida, si riscaldi nuovamente. Il problema è che ci si abitua alle persone, ci si adatta e la dipendenza subentri, giocando brutti scherzi ad entrambi.

Quando le aspettative falliscono:

Quando si prende la decisione di sposarsi, si ci aspetta che dopo le nozze le cose migliorino e la coppia diventi più stabile e coesa. Il fatto è che se i due partner non andavano d’accordo prima del matrimonio, difficilmente la situazione sarà destinata a migliorare. Il “si”, dovrebbe essere solo un ulteriore conferma dell’amore e non la colla per riattaccare i pezzi di un rapporto già in frantumi.

La dipendenza può trarre in inganno:

I fattori che portano a compromettere una storia d'amore
I fattori che portano a compromettere una storia d’amore

Avevamo, poco fa, parlato di dipendenza. La dipendenza affettiva può trarre in inganno due persone, che credono davvero di essere innamorate e di provare qualcosa verso quel partner di cui non riescono a fare a meno.

n una relazione, con il passare del tempo, è difficile riuscire a capire la natura dei propri sentimenti. Spesso l’amore viene confuso con l’affetto e una forte forma di dipendenza affettiva, qualcosa che implica il bisogno di stare con l’altro e la conseguente paura di restare soli e persi senza.

Questa sensazione di impotenza ,poi è la stessa che convince le persone a stare insieme pur avendo problemi o non avendo nulla in comune. Il dipendere da qualcuno, con il passare del tempo, è qualcosa difficile da gestire e da controllare e spesso, il più forte in termini emotivi in coppia, tende ad approfittarsene.

Quando la dipendenza può diventare un serio problema per la stabilità del rapporto:

Si tratta di un modello problematico della relazione d’amore che porta a deterioramento o angoscia clinicamente significativa, come: Esistenza di una sindrome da astinenza per l’assenza dell’amato, caratterizzata da significativa sofferenza e un bisogno compulsivo dell’altro; Riduzione di importanti attività sociali, professionali o di svago; Persistente desiderio o sforzi infruttuosi di ridurre o controllare la propria relazione, continua ricerca del partner anche quando la storia va male.