Morbillo, niente concorsi pubblici senza vaccino

Niente concorsi pubblici e tanto altro per chi non ha fatto la vaccinazione contro il morbillo. Questa la proposta che approderà lunedì in Commissione, si tratta della richiesta della copertura obbligatoria tra i 19 e i 44 anni. Profilassi per chi vuole entrare nelle forze dell’ordine, nei vigili del fuoco e anche per l’Erasmus.

Secondo la bozza, la copertura sarà obbligatoria per i nati tra il 1975 e il 2000 e bisognerà effettuare la profilassi per entrare nelle forze dell’ordine, nei vigili del fuoco e anche per l’Erasmus. Un piano voluto dal ministro Giulia Grillo, che in questo modo vuole difendersi dalle accuse di opposizione alla prativa vaccinale che le stanno facendo ultimamente.

Morbillo, niente concorsi pubblici senza vaccino

Si tratta di una bozza interessante visto che gli ultimi dati emersi dell’Organizzazione Mondiale della Sanità sulla diffusione del morbillo nel mondo. Nello specifico, l’agenzia dell’Onu ha rilevato che i casi di morbillo stanno aumentando a livelli preoccupanti nel mondo, sospinti da 10 Stati nei quali si registra oltre il 74% dell’incremento totale, e da diversi altri che pure erano stati precedentemente dichiarati “liberi dal morbillo” dall’OMS.

In Italia nel 2018 i casi di morbillo sono diminuiti del 56% rispetto ai livelli del 2017, passando da 5.396 a 2.373 casi confermati. I casi totali sospetti nel 2018 sono stati 2.592.

Author: SDS

Share This Post On