Come ha potuto dimenticarmi così in poco tempo, tanto da poter uscire subito con nuovi partner?

Questa è una domanda molto importante che tanti alla fine di una relazione si pongono, soprattutto quando si trovano in situazioni di grande sofferenza e si accorgono che invece l’altro/a ha già iniziato a guardarsi intorno per uscire con altre persone.

Ma come mai accade e perché non tutti affrontano la rottura allo stesso modo? In genere, gli uomini, sono i primi a voler tornare alla “normalità” e ad aver paura della solitudine e per questo, tendono ad essere i primi a cominciare ad uscire con donne diverse. In generale, uscire subito con nuovi partner non è la scelta più indicata, poiché a lungo andare ci si potrebbe accorgere di aver perso tempo e sprecato energie. Per poter iniziare una nuova relazione, è necessario che il cuore e la mente siano liberi.

La fine di una relazione:

Quando una relazione giunge al termine, bisogna affrontare la fase della perdita e dell’abbandono. Generalmente, le persone che incominciano ad uscire con altre, o avevano già da tempo intrapreso un percorso psicologico personale volto al distacco dell’altro o semplicemente, avevano avuto uno spostamento di interesse.

Dopo la rottura è essenziale affrontare una fase di stacco e di sofferenza personale. Chi chiude una storia d’amore, ha bisogno fisiologicamente di uscire dal meccanismo della coppia e il “chiodo scaccia chiodo” non è altro che un movimento sbagliato e che apparentemente porterà alla frenesia della novità, ma dopo, non farà altro che far sprofondare in uno stato di angoscia e delusione. In questa vita tutti siamo utili ma tutti siamo sostituibili, tuttavia c’è un tempo e delle dinamiche, che andrebbero rispettate.

Accettare la situazione e la vista dell’ex con un nuovo partner:

Bisogna capire che l’altro/a possa incontrare altra gente e uscire con altre persone, anche prima di voi e con largo anticipo. Per quanto si possa far soffrire, questa cosa, bisogna imparare ad accettarla. Il vedere l’ex partner con una nuova fiamma, è sempre un evento iniziale traumatico da affrontare. La gelosia entra in gioco e per diventare indifferenti ci vuole ancora del tempo.

Bisogna però cominciare a metabolizzare il lutto e a capire che nessuno appartiene a nessuno e per quanto possa far star male, questa è la dura realtà.

OGGI CONSIGLIAMO QUESTA LETTURA SIA PER UOMINI CHE PER DONNE DAL TITOLO: Riconquistare il tuo ex: Guida scientifica scritta da uno psicologo Italiano

CLICCA QUI E INIZIA A LEGGERE IL LIBRO

Introduzione:

“Diversamente da altri testi presenti sul mercato, questo non promette miracoli ed è scritto da uno psicologo. Si tratta di un metodo collaudato in studio e fondato su basi scientifiche per recuperare un rapporto o decidere serenamente di lasciare. Questo libro è dedicato a coloro che vogliono smettere di lamentarsi, di piangere su se stessi e vogliono provare con tutte le forze a recuperare una storia troppo bella perché sia persa. Il testo è un manuale capace di guidare chi è in un momento di difficoltà e confusione dovuta ad un abbandono”…Per continuare a leggere clicca qui

Le fasi della rottura:

Dopo la fine di una storia, la persona passa attraverso delle fasi necessarie per poter poi ritrovare la stabilità:

1. La fase più fura è quella della negazione:

Appena finisce una storia la prima cosa che si pensa è “non è possibile, non è finita, tornerà, come farò ora, cosa farà senza di me?”. Si tratta dei primissimi giorni in cui ci si sente spaesati, persi soli, come se la strada fosse smarrita. Si torna in qualche modo bambini, si diventa più fragili e si ha bisogno di cure e tanto amore. Questa fase della negazione però funge quasi da scudo nei primi giorni per cercare di elaborare piano piano la perdita subita.

2. La fase della chiusura:

I primi 10 giorni si ha quasi paura di tutto, anche di uscire di casa, ci si sente esposti e fragili, si cerca di dormire e di evadere dalla realtà triste e sofferente, si cerca di reprimere il dolore. E’ come si arrivasse l’influenza, come una forza che toglie energie sia fisiche che mentali. In questa fase bisogna assecondare il dolore e il dispiacere e accoglierlo fino in fondo. Si torna un pò bambini, fragili, esposti e impauriti.

3. Fase della rabbia emotiva:

Dopo la fase del dolore e della tristezza causata dalla rottura giunge anche la rabbia, rabbia per la delusione, per la sofferenza subita e per l’abbandono improvviso. C’è rabbia e risentimento nei confronti dell’ex partner che ci ha deluso e disilluso. Anche in questa fase bisogna circondarsi di persone pazienti e amorevoli pronte ad ascoltare tutti i tipi di discorsi e di pianti improvvisi. Si tratta di una fase obbligatoria da superare. Monta davvero rabbia e risentimento. Si comincia a pensare a tutto il dolore che ci ha causato questa persona.

4. Fase della progettazione:

Dopo aver superato il primo periodo duro e di elaborazione del lutto emotivo per la mancanza di una persona che muore dentro di noi e che non farà mai più parte della nostra quotidianità allora arriva anche la tappa della progettazione della nuova vita da single, si comincia a organizzare il futuro, i week and, i giorni liberi, le ore di svago, insomma si cerca di fare tanto, tutto per tenersi occupati e non pensare al dolore della perdita subita. Si fanno viaggi si comincia a richiamare tutte le conoscenze passate per cercare di rientrare nel giro sociale.

E TU NON SEI ANCORA ABBONATO AD AMAZON PRIME?

PROVALO. CLICCA QUI E INIZIA A BENEFICIARE DEL SERVIZIO AMAZON PRIME. VIDEO, LIBRI MUSICA, VELOCITÀ’ E TANTO ALTRO. ISCRIVITI E’ GRATIS

5. fase della rinascita:

Dopo un lungo periodo di dolore si comincia finalmente a tornare a camminare sereni e sicuri, la crepa emotiva viene quasi nascosta e si rinasce finalmente. La consapevolezza ci accompagna e piano piano si torna di nuovo pronti e predisposti verso la conoscenza di altre persone ma con maggiore prudenza.

Dopo la fase della rinascita si può pensare di poter incontrare gente nuova e idealizzare una nuova relazione. Bisogna attendere e fare in modo che mente e cuore siano liberi, liberi dal dolore e dai ricordi maligni.

relazione. Perché si prova fastidio nel rivedere l'ex
Restare amici degli ex. Possibile o dannoso?

“E se volessi riconquistare il partner?”

Può accadere, che passate le fasi della ripresa e dopo essere usciti con gente nuova, si senta il bisogno di tornare indietro e di riprovare a riconquistare l’ex partner. Il problema è che le persone dovrebbero analizzare bene la situazione e capire i motivi che hanno spinto alla separazione. Riconquistare l’ex è possibile ma bisogna fare attenzione a non calpestare i sentimenti di entrambi.