Tasse. Gli italiani pagano 600 euro in più rispetto agli altri Paesi europei

Forse gli italiani lo hanno sempre sospettato ma adesso, ne hanno addirittura la certezza. Già, le tasse pagate dalle persone dello stivale sono le più alte rispetto agli altri Paesi europei, per l’esattezza dal portafogli escono ben 600 euro in più.

A decretare questo verdetto ci ha pensato la Cgia, che ha messo, nel periodo della raccolta dati, a confronto la pressione fiscale registrata lo scorso anno nei principali Paesi europei per poi calcolare il differenziale di tassazione pro capite esistente tra gli italiani e i cittadini dei principali paesi dell’Unione. Dalle analisi è emerso che solo in Francia, in Belgio e in Svezia si è registrata la spesa maggiore.

Come riporta la Cgia, i cittadini di questi Paesi, pagano rispettivamente 1.765, 1.196 e 712 euro. Ad eccezione dell’Austria che nel 2017 ha registrato il nostro stesso carico fiscale, tutti gli altri hanno avuto una pressione fiscale inferiore alla nostra.

La Cgia dice che si tratta di un carico che ha assicurato un risparmio di tassazione pro capite rispetto ai cittadini italiani pari a 541 euro in Germania, a 996 euro in Olanda, a 1.964 euro nel Regno Unito e a 2.164 euro in Spagna.

Legge di Stabilita, il Governo potrebbe fermare l'aumento delle tasse sulla casa

il segretario della Cgia Renato Mason ha detto che: “Con tante tasse e con una platea di servizi erogati dal pubblico che negli ultimi anni è diminuita sia in qualità sia in quantità, si sono sacrificati i consumi e gli investimenti. Inoltre, è diventato sempre più difficile fare impresa, creare lavoro e redistribuire ricchezza.

Alle piccole e piccolissime imprese, in particolar modo, il calo dei consumi delle famiglie ha creato non pochi problemi finanziari, costringendo molte partite Iva a chiudere i battenti”.

Author: Serena Di Sisto

Share This Post On