Lingue: lʼitaliano diventa la quarta più studiata al mondo

Lingue: lʼitaliano diventa la quarta più studiata al mondo. Arriva la rivincita degli italiani finalmente, che per anni si sono sentiti messi da parte per lo studio della lingua italiana.

Oggi, dopo l’indagine della classifica per il 2018 di Ethnologue ci sono finalmente buone notizie: lʼitaliano è diventata la quarta più studiata al mondo, batte anche il francese.

Insomma, grande soddisfazione per gli italiani, un popolo considerato un pò da tutti poco incline allo studio delle lingue straniere. Secondo la classifica le lingue più studiate al mondo in ordine di importanza sono: Inglese, spagnolo e cinese e italiano.

La lingua del Belpaese, ricordiamo che è stata medaglia di legno anche nell’anno accademico 2016/17, con 2.145.093 studenti impegnati nel suo apprendimento in 115 Paesi grazie agli Istituti Italiani di Cultura.

Al primo posto della classifica delle madrelingue c’è il cinese mandarino con 908 milioni di parlanti; al secondo, lo spagnolo, con 442 milioni; al terzo, l’inglese (378 milioni), l’hindi-urdu (329 milioni), il bengalese (242 milioni), il portoghese (222 milioni), il russo (154 milioni circa), il giapponese (128 milioni), il giavanese (84 milioni) e il cinese wu (80 milioni).

Lingue: lʼitaliano diventa la quarta più studiata al mondo

Stando sempre ai dati però: per numero di parlanti, l’italiano però si colloca solo al 21esimo posto, con oltre 67 milioni di parlanti e il record di essere madrelingua in più Paesi al mondo, 26, grazie alla forte emigrazione.

Questi i dati 2018 di Ethnologue che collocano al primo posto l’inglese, parlato da un miliardo e 190 milioni di persone, il 17% della popolazione mondiale;

al secondo posto il cinese mandarino, parlato da un miliardo e 107 milioni di persone, il 15,8% della popolazione mondiale; al terzo posto l’hindi-urdu, parlato da 697 milioni di persone.