Jean Paul Sartre: ‘Ogni parola ha conseguenze. Ogni silenzio anche’

Lo scrittore Jean Paul Sartre sosteneva che tutto nella vita porta ad avere una conseguenza, nello specifico: ‘Ogni parola ha conseguenze. Ogni silenzio anche’.

Questa sua riflessione può darci uno spunto per riflettere a nostra volta sulle conseguenze che possono avere i gesti che compiamo. In amore, nella vita, nel lavoro, tutto ciò che facciamo porta ad una conseguenza più o meno favorevole. Per tale motivo l’invito dell’autore è quello di riflettere attentamente e ragionare sulle azioni da compiere poiché tornare indietro è quasi sempre impossibile.

Ricordiamo che Sartre, ad un certo periodo della sua vita decise di abbandonare la scrittura per dedicarsi al teatro. Sartre abbandonò il romanzo nel 1949 e proprio attraverso Il teatro riuscì a trasmettere al meglio il suo pensiero filosofico al pubblico.

“L’avventura: un evento che esce dall’ordinario, senza essere necessariamente straordinario”…

Jean Paul Sartre 'Ogni parola ha conseguenze. Ogni silenzio anche'

Jean Paul Sartre ‘Ogni parola ha conseguenze. Ogni silenzio anche’

Jean Paul Sartre nacque a Parigi il 21 giugno 1905 e morì sempre a Parigi il 15 aprile 1980. Sartre è stato un filosofo, scrittore, drammaturgo e critico letterario francese, considerato uno dei più importanti rappresentanti dell’esistenzialismo, che in lui prende la forma di un umanesimo ateo in cui ogni individuo è radicalmente libero e responsabile delle sue scelte, ma in una prospettiva soggettivista e relativista.

“Basta che un uomo odi un altro perché l’odio vada correndo per l’umanità intera”…

Nel 1964 fu insignito del Premio Nobel per la letteratura, che però rifiutò, motivando il rifiuto col fatto che solo a posteriori, dopo la morte, fosse possibile esprimere un giudizio sull’effettivo valore di un letterato. Nel 1945 aveva già rifiutato la Legion d’onore e, in seguito, la cattedra al…Per saperne di più continua a leggere qui

Loading...

Author: Serena Di Sisto

Share This Post On