Eurostat lancia l’allarme: le mamme italiane sono le più anziane dʼEuropa

Che l’Italia non incentivasse l’aumento della natalità era un dato certo, ma che le mamme italiane fossero addirittura le più vecchie d’Europa, è stata una scoperta.

Insomma, l’Italia vanta la platea di mamme più vecchie di tutta Europa, questo il triste responso di Eurostat, che ha lanciato l’allarme su tutta la penisola. Le donne italiane fanno pochi figli e soprattutto tardi, la maggior parte che decide di creare una famiglia dopo i 30 se non addirittura ai 40. Complice la disoccupazione e l’elevata precarietà in cui riversa la platea femminile. Trovare un lavoro non è certo una passeggiata e con lo squilibrio di stipendio tra uomo e donna è ancora peggio poter pensare di allevare addirittura uno o più figli.

Spesso anche la carenza di rapporti stabili e la precarietà delle coppie rende spesso la realizzazione di una famiglia davvero difficile.

Secondo Eurostat, infatti, le donne italiane si posizionano al terzultimo posto per il numero di figli a testa (1,32), a pari merito con le cipriote. Peggio solo le maltesi (1,26 nascite per donna) e le spagnole (1,31). A precedere l’Italia le greche (1,35), le portoghesi (1,38) e le lussemburghesi (1,39).

Eurostat lancia l'allarme, le mamme italiane sono le più anziane dʼEuropa

L’Italia è anche il Paese record per le mamme che partoriscono il loro primogenito più tardi, in media a 31,1 anni, a cui seguono Spagna (30,9 anni), Lussemburgo (30,8), Grecia (30,4) e Irlanda (30,3). Le italiane sono inoltre le seconde più numerose in Europa (7,3%), precedute solo dalle spagnole (7,4%), per essere diventate mamme per la prima volta a 40 e più anni. Insomma, si spera che con questi nuovi incentivi proposti e stanziati dal nuovo Governo la situazione cambi e che presto l’Italia torni ad essere un Paese fertile.

Author: SDS

Share This Post On