Confucio: ‘L’amore eterno dura tre mesi’

Tutti si sono domandati almeno una volta nella quanto potesse durare un amore tra due persone. Il filosofo cinese Confucio disse che: ‘L’amore eterno dura tre mesi’.

Secondo l’autore, l’amore quello vero in realtà non è altro che una passione smisurata che al termine di un periodo stabilito si affievolisce e lascia il posto all’affetto e all’abitudine.

L’amore, in effetti,  è un sentimento complesso e  molto difficile da interpretare. L’amore folle, in particolare, non va confuso con il vero amore, quello stabile e duraturo nel tempo, di cui però Confucio non parla. La folle passione e l’innamoramento istantaneo sono moderni esperti di coppia solo dei momenti passeggeri e per nulla soddisfacenti.

Ma chi era Confucio e perché il suo pensiero è considerato ancora così attuale?

Confucio, nato a Lu nel 551 a.C. e morto a Lu nel 479 a.C. è stato un filosofo cinese. Fu il promotore di un pensiero originale, inedito nel panorama culturale cinese del VI-V secolo a.C.

Il suo insegnamento può essere sintetizzato come “il tentativo di elaborare una concezione etica dell’uomo nella sua integralità e universalità”. iL filosofo tentò di fornire una serie di indicazioni relativamente a quale sia il modo migliore in cui l’uomo può condurre la sua esistenza, tenendo conto di tutti gli aspetti più importanti della natura umana.

L’insegnamento di Confucio nel corso del tempo si è poi rivelato determinante per lo sviluppo del pensiero cinese: è lecito affermare che dopo la sua morte nessuna delle scuole di pensiero, delle correnti filosofiche e dei pensatori che si susseguirono in Cina poté prescindere dal confrontarsi con quella che si presenta come una vera e propria “figura fondatrice”…Per saperne di più continua a leggere qui

Author: Serena Di Sisto

Share This Post On