Stendhal: ‘L’amore è un fiore che bisogna avere il coraggio di raccogliere’

“L’amore è un magnifico fiore che bisogna avere il coraggio di raccogliere sul bordo di un terribile precipizio”. Con queste parole il poeta Stendhal ha voluto spiegare come sia importante cogliere l’opportunità del vero amore senza farselo scappare. Quando l’amore vero  bussa all tua porta, devi avere il coraggio di prenderlo, di accoglierlo e salvarlo.

Lo stesso vale per le coppie di lunga data. Il loro amore è sempre su un bordo di un precipizio, l’amore va coltivato giorno per giorno, va sorretto, va mantenuto e soprattutto nei momenti di crisi, va sorretto con maggiore forza. L’amore, quello vero, non vive solo di amore ma anche di accorgimenti reciproci, di realtà, di gesti quotidiani. Chi ama davvero deve avere per il poeta il coraggio e la forza di coglierlo e di non lasciarlo morire nel nulla.

“La più grande felicità che l’amore possa dare, è stringere per la prima volta la mano di una donna che si ama”…

Stendhal L'amore è un fiore che bisogna avere il coraggio di raccogliere'

“Un segno che l’amore è appena nato è che tutti i piaceri e tutte le pene che possono dare tutte le altre passioni e tutti gli altri bisogni dell’uomo cessano all’istante di avere incidenza su di lui”…

Tuttavia capire cos’è l’amore non è facile come si crede. L’amore, infatti, è il sentimento difficile da analizzare. Tra l’amore e la dipendenza affettiva, a volte, ci sono molti strati che offuscano il vero senso dell’attaccamento che si ha ad una persona. Amare davvero è qualcosa di gioioso di grande che solo il cuore puro e libero può sentire. Quando due persone si amano davvero lo si percepisce e tutta cambia.

Lo si sente è energia pura e anche se non tutti vogliono ammetterlo è così. Non tutte le persone che stanno insieme, che si sposano o che convivono provano davvero questo sentimento così forte. Spesso le persone che si amano alla follia sono proprio le stesse che purtroppo non sono destinate a stare insieme. Le persone che si amano davvero perdono il senso del tempo, del mondo e del resto delle persone. E’ diversa dalla fase dell’innamoramento, all’inizio è facile da confondere ma se ci si fa davvero caso si capisce quando un sentimento è vero e puro.

Marie-Henri Beyle, noto come Stendhal (Grenoble, 23 gennaio 1783 – Parigi, 23 marzo 1842), è stato uno scrittore francese. Amante dell’arte e appassionato dell’Italia dove visse a lungo, esordì in letteratura nel 1815 con le biografie su Haydn, Mozart e Metastasio, seguite nel 1817 da una Storia della pittura in Italia e dal libro di ricordi e d’impressioni Roma, Napoli, Firenze. Quest’ultimo fu firmato per la prima volta con lo pseudonimo di Stendhal, nome forse ispirato alla città tedesca di Stendal, dove nacque l’ammirato storico e critico d’arte Johann Joachim Winckelmann… Per saperne di più continua a leggere qui

Loading...

Author: Serena Di Sisto

Share This Post On