La lettera d’amore di Beethoven: ‘Eternamente tuo. Eternamente mia. Eternamente nostri’

Il compositore Ludwig van Beethoven è diventato famoso per aver composto tra le più belle sinfonie al mondo. Vive costantemente nel cuore di chi lo ascolta, grazie a brani di straordinario valore storico e artistico.

Nel corso della sua vita però, ha anche scritto dei versi, alcuni di grande bellezza, come la lettera d’amore all’Immortale Amata. Alla fine del testo, possiamo leggere delle parole di straordinario contento emotivi: ‘Eternamente tuo. Eternamente mia. Eternamente nostri’…

La lettera, redatta in tre riprese tra il 6 e il 7 luglio 1812, è ritenuta ancora oggi la più bella confessione d’amore inespresso di tutti i tempi. L’identità della donna per cui sono state scritte però non è mai stata chiara, infatti e le lettere non sono mai state inviate. Nel film “Amata Immortale” di Bernand Rose (1994) si lascia intendere come questa “amata” in fondo non fosse altro che la sua musica, la sua vera amante e compagna di vita eterna.

Nelle sue note, nelle sue pagine di lettere d’amore, Beethoven sapeva rappresentare a pieno il sentimento dell’amore. Beethoven  era un artista di una straordinaria forza d’animo. Nel suo temperamento forte però vi era nascosto un lato tenero, dolce, quasi debole. L’amore rende deboli a volte e Beethoven, nelle sue lettere, ci mostra tutto il suo vero io, un io, appunto diverso, puro e sincero.

Leggiamo alcune righe della lettera:

“Pur ancora a letto, i miei pensieri volano a te, mia Immortale Amata, ora lieti, ora tristi, aspettando di sapere se il destino esaudirà i nostri voti — posso vivere soltanto e unicamente con te, oppure non vivere più — Sì, sono deciso ad andare errando lontano da te finché non potrò far volare la mia anima avvinta alla tua nel regno dello spirito — Sì, purtroppo dev’essere così — Sarai più tranquilla, poiché sai bene quanto ti sia fedele. Angelo mio, mi hanno appena detto che la posta parte tutti i giorni — debbo quindi terminare in fretta cosicché tu possa ricevere subito la lettera. — Sii calma, solo considerando con calma la nostra esistenza riusciremo a raggiungere la nostra meta, vivere insieme — Sii calma — amami — oggi — ieri — che desiderio struggente di te — te — te — vita mia — mio tutto — addio. — Oh continua ad amarmi — non giudicare mai male il cuore fedelissimo del tuo amato. Eternamente tuo Eternamente mia Eternamente nostri”….

(Ludwig van Beethoven)

Beethoven 'L'amore chiede tutto, ed ha diritto di farlo'

Curiosità sull’autore:

Ludwig van Beethoven, nacque a Bonn il 16 dicembre del 1770 e morì a  Vienna il 26 marzo del 1827. Beethoven è stato un compositore, pianista e direttore d’orchestra di grande fama internazionale, le sue sinfonie lo hanno reso celebre agli occhi del mondo intero. Le sue opere più importanti restano la Missa Solemnis, e teatrali, come Fidelio e sinfonie come…Per saperne di più continua a leggere qui

Loading...

Author: Serena Di Sisto

Share This Post On