Charles Bukowski: ‘La sanità mentale è un’imperfezione’

“La sanità mentale è un’imperfezione”. Almeno così diceva il celebre autore Charles Bukowski, che sapeva spiegarsi e raccontarsi soprattutto all’interno dei suoi testi, libri che ancora oggi attirano un gran pubblico di persone di tante età e gusti diversi.

Charles Bukowski ha scritto moltissimi testi e poesie. In tutti è presente un linguaggio sporco e lineare; Si tratta di creazioni che si  leggono tutti di un fiato e tengono il lettore incollato dalla prima fino all’ultima pagina. Charles Bukowski, pur utilizzando un linguaggio sporco e a tratti disdicevole, ha saputo anche esprimere i suoi sentimenti verso le donne, che ha amato scrivendo anche poesie dal grande valore emozionale.

Se ti è piaciuta questa frase continua a leggerne altre, clicca qui e acquista il libro di Charles Bukowski 

“Compagno di sbronze”

Bukowski

Nel corso della sua carriera, intervallata da donne e vita dissoluta, Charles Bukowski ha scritto sei romanzi, centinaia di racconti e migliaia di poesie, per un totale di oltre sessanta pubblicazioni.

“Adesso col tuo permesso, caro lettore, vorrei ricominciare ad occuparmi di puttane e di cavalli e di sbornie, finché c’è tempo. Se queste cose sono portatrici di morte, beh, allora mi sembra che sia molto meno offensivo essere responsabili della propria morte piuttosto che di quell’altro genere di morte che vi viene offerta imbellettata con frasi di Libertà e Democrazia e Umanità e/o un po’ tutta”…

Bukowski, morto all’età di 73 anni il 9 marzo del 1994 a Los Angeles, rivive da 26 anni nel cuore di tutti i suoi fan e dei sui lettori, che spesso lo ricordano e lo citano.

Bukowski

Passai accanto a 200 persone e non riuscii a vedere un solo essere umano”…

Il contenuto dei suoi libri tratta della sua vita, caratterizzata da un rapporto morboso con l’alcol, appunto, da frequenti esperienze carnali e da rapporti tempestosi con le persone. La corrente letteraria a cui spesso viene associato è quella…Per saperne di più sull’autore continua a leggere qui

Author: Serena Di Sisto

Share This Post On