Kafka: ‘Domenica saremo insieme, 5, 6 ore, troppo poche per parlare, abbastanza per tacere’

In questo periodo un libro ci ritorna davvero utile per imparare a superare la solitudine e la mancanza della persona amata. In uno dei testi di Franz Kafka si legge:  “Domenica saremo insieme, cinque, sei ore, troppo poco per parlare, abbastanza per tacere, per tenerci per mano, per guardarci negli occhi”, queste brevi righe tratte  da “Lettere a Milena” di Kafka, ci riassumono la miriade di sentimenti che proviamo nel rivedere l’amato, che in questo periodo è stato distante.

IL LIBRO DI KAFKA SI LEGGE TUTTO DI UN COLPO E IL NOSTRO CONSIGLIO E’ DI INIZIARE A SCOPRILO SUBITO. 

CLICCA QUI E COMPRA LA TUA COPIAKafka

La frase è contenuta nella raccolta di lettere spedite tra il 1920 e il 1923 alla traduttrice ceca Milena Jesenská Pollak, l’amore della vita dell’autore.

Altre righe estrapolate delle lettere inviate a Milena, una donna, forte ma al tempo stesso fragile e resa vulnerabile dalle sue stesse scelte di vita. Divisa tra due uomini non abbandonerà mai il marito per lo scrittore Kafka e questo provocherà nell’autore un dolore silenzioso e vivo.

Ma chi era Franz Kafka: Nato a Praga il 3 luglio 1883  e morto a Kierling il 3 giugno 1924 è stato uno scrittore e filosofo boemo di lingua tedesca. Nato nei territori dell’Impero austro-ungarico, divenuti Repubblica cecoslovacca a partire dal 1918, è ritenuto una delle maggiori figure della letteratura del XX secolo e importante esponente del modernismo e del realismo magico.

Kafka: 'Amore è il fatto che tu sei per me il coltello col quale frugo dentro me stesso'

“L’uomo torturato dai propri diavoli si vendica insensatamente contro il prossimo.”

Le tematiche di Kafka, il senso di smarrimento e di angoscia di fronte all’esistenza, caricano la sua opera di contenuti filosofici che hanno stimolato l’esegesi dei suoi libri specialmente a partire dalla metà del Novecento. Nei suoi scritti è frequente imbattersi in una forma di crisi psicologica che pervade il protagonista sino all’epilogo della narrazione e che lo getta in modo progressivo in un’attenta analisi introspettiva…Per saperne di più clicca qui

Author: Serena Di Sisto

Share This Post On