Pensioni: dal 1° agosto al via i rimborsi INPS

Dal primo agosto prossimo l’Inps pagherà a titolo di arretrati la rivalutazione delle pensioni sancita dalla sentenza della Consulta e recepita dal decreto legge del governo…

Ad essere interessate le pensioni da 3 volte il minimo fino a 6 volte secondo un meccanismo di “decalage” confermato da una circolare pubblicata oggi.

FOTO: tg24.sky.it

I pensionati con redditi da pensione pari a 1.500 euro avranno il prossimo primo agosto un rimborso una tantum per il periodo gennaio 2012- agosto 2015 di 796 euro.La base della pensione sarà pari a 1.525 euro mensili da agosto 2015 e di 1.541 euro da gennaio 2016. La ricostituzione dei trattamenti – spiega l’Inps – avviene «d’ufficio», non è necessaria la domanda. Ci sarà il rimborso anche per gli eredi, ma in questo caso bisognerà presentare la domanda.

Calcolo pensione INPS 2015. Simulazione importo online con PIN

Per il 2012 e 2013 dunque, percepiranno un reintegro del 100% tutti i trattamenti di importo complessivo fino a tre volte il minimo; del 40% quelli superiori a 3 volte il minimo e fino a 4 volte; del 20% quelli sopra a 4 volte il minimo e fino a 5 volte; del 10% per quelli sopra 5 volte il minimo e fino a 6 volte.Per il 2014 e il 2015 invece la rivalutazione sarà riconosciuta a partire dalle pensioni superiori a 3 volte il minimo e fino a 6 volte e sarà pari al 20% della percentuale assegnata per ogni fascia di reddito per gli anni 2012-2013.

Per fare un esempio: le pensioni superiori a 3 volte il minimo e pari o inferiori a 4 volte il minimo, fino dunque a 1500 euro, spiega la circolare Inps, percepiranno dal 1 agosto una rivalutazione complessiva, calcolando gli arretrati 2012, 2013, 2014 e 2015 di 796,27 euro. In particolare saranno restituiti 210,6 euro per il 2012 e 447,2 per il 2013. Per il 2014 e 2015, invece, la restituzione sarà pari rispettivamente a 89,96 euro e 48,51 euro.

LEGGI ANCHE: INPS, Malattia e Visita Fiscale 2015: alcune Novità

L’Istituto procederà, poi, spiega ancora la nota, in occasione del rinnovo delle pensioni per il 2016, a ricalcolare le pensioni a partire dal 2012, attribuendo le percentuali di perequazione sopra indicate ai coefficienti di perequazione, rispettivamente del 2,7 e del 3 per cento, relativi agli anni 2012 e 2013 e i criteri di perequazione stabiliti dalla legge n. 147 del 2013 per gli anni 2014, 2015 e 2016. Il nuovo importo della pensione dell’anno 2016 sarà poi, la nuova base per il calcolo della perequazione a regime.

A decorrere dal 2017 torneranno comunque in vigore le disposizioni sulla rivalutazione automatica delle pensioni della legge 388 del 2000.

Ecco i numeri delle pensioni in Italia (fonte: Inps)

Redazione Italia Notizie

Condividi
Scritto da
Redazione Italia Notizie

Post recenti

“Se decidi di innamorarti di me” di Sabita Esposto

https://youtu.be/vXjd9KoYdak Se decidi di innamorarti di me, prendi i miei lati oscuri e riempili di…

2 mesi ago

Tienimi per mano, la meravigliosa poesia di Hermann Hesse

https://youtu.be/5brKx9m1E6Q Tienimi per mano di Hermann Hesse sulla bellezza di amare. Hermann Hesse (Calw, 2…

2 mesi ago

“Se tu mi dimentichi” letta da Paolo Rossini

"Se tu mi dimentichi" di Pablo Neruda, letta da Paolo Rossini Poesia di Pablo Neruda,…

3 mesi ago

Giacomo Leopardi, Canto notturno di un pastore errante dell’Asia

Non bastano le parole: incanto, meraviglia, sublime poesia, recitazione incredibile. Potremo più godere di simili…

3 mesi ago

La società ci vuole a tutti i costi in coppia?

La società ci vuole a tutti i costi in coppia? Decidiamo di avere una relazione…

7 mesi ago

Per le donne forti è più difficile trovare l’amore?

Per le donne forti è più difficile trovare l'amore? Stereotipi a parte, perché alcune donne…

8 mesi ago