Consigliati

Single per scelta o per caso. Perché si ha paura di rimanere soli?

Single per scelta o per caso. Perché si ha paura di rimanere soli?

Cosa si nasconde dietro il mondo dei single e dietro la paura di non riuscire a trovare un buon partner?

Oggi parliamo del fenomeno delle relazioni prima e dopo. Negli ultimi anni sono molti quelli che per scelta o per obbligo hanno deciso di rimanere single e aspettare la persona giusta.

I dati ci dicono che:

Secondo i dati nazionali, in Italia, dal 2001 ad oggi, nelle città italiane i single siano raddoppiati. Le città con il maggior numero di scapoli sono Roma e Milano. Nella Capitale i single sono passati dal 28%, registrato nel 2001, al 47,5%, mentre a Milano la percentuale è addirittura del 52,8%, con i single (379 mila) che superano del doppio le coppie (quasi 164 mila). Cosa sta succedendo e come mai i single aumentano?

L’ultimo anno e mezzo di pandemia ha senz’altro influito sui dati e le possibilità di uscire e di fare incontri si sono pressoché azzerate. Tuttavia non è solo colpa della pandemia ma anche di molteplici fattori che influenzerebbero le dinamiche sociali e di coppia attuali. Le persone hanno paura di impegnarsi e di soffrire ma allo stesso tempo anche di rimanere sole. Due timori che non vanno a braccetto e che mettono in pericolo l’assetto sociale del bel paese.

Amore o solitudine?

E’ meglio vivere in coppia o in solitudine? Beh gli psicologi consigliano sempre di circondarsi di persone amorose e di partner affettuosi. La vita è troppo breve per rimuginare o cercare la persona perfetta. L’amore non è mai perfetto se non nella sua reale completezza e purezza dei sentimenti.

Trovare un partner oggi:

Oggi le persone ammettono di star bene sole e di avere una buona autonomia, tuttavia, le persone che dicono ciò sono le stesse che poi in realtà temono la solitudine e la vita in solitudine.

L’ansia di oggi purtroppo accompagna le giovani generazioni, che prese dal lavoro e dalla tecnologia ammettono di avere problemi a relazionare dal vivo e a mantenere lunghi rapporti di coppia. Complice il periodo storico e la teoria dell’usa e getta, che troppo spesso circola fra i giovani.

Anuptafobia: La paura di restare soli

Si chiama Anuptafobia e di solito colpisce alle persone di età compresa fra i 30 e i 40 anni. Si tratta di uno stato di ansia che le persone sole si trovano ad affrontare, dovuto soprattutto a causa delle aspettative sociali e retaggi culturali

I single non sono tristi, ribaltato lo stereotipo

Solitamente chi la prova vive un senso di inadeguatezza e insoddisfazione per la propria vita e sulla base di precedenti delusioni amorose, teme di non riuscire più a trovare la persona giusta. Spesso, sono molte le persone, che invece non si separano da un partner che non amano proprio per tale paura. Dietro questi stati di ansia si nascondono molti dubbi e paure pregresse.

Serena Di Sisto

Condividi
Scritto da
Serena Di Sisto

Post recenti

La differenza fra un narcisista e un borderline in amore

La differenza fra un narcisista e un borderline in amore c'è e attraverso uno sguardo…

2 giorni ago

‘Il pazzo, l’amante e il poeta non sono composti che di fantasia’. E’ così?

'Il pazzo, l’amante e il poeta non sono composti che di fantasia', diceva William Shakespeare…

3 giorni ago

Saper ascoltare è la chiave per la salvezza di ogni rapporto?

Saper ascoltare è la chiave per la salvezza di ogni rapporto? Quando parliamo di relazioni…

5 giorni ago

Relazioni amorose. Si può non soffrire?

Relazioni amorose. Si può non soffrire? Esiste una situazione in cui non si soffre per…

1 settimana ago

Noi scegliamo il partner in base a ciò che cerchiamo al nostro interno

Noi scegliamo il partner in base a ciò che cerchiamo al nostro interno. Lo psicologo…

1 settimana ago

Strategia efficace per fargli sentire la tua mancanza

Non vuoi perdere la persona amata ma ci sono dei problemi? Esiste, secondo gli esperti,…

2 settimane ago