Consigliati

Si innamorano ma non amano. Come riconoscere gli anaffettivi in coppia

Si innamorano ma poi non sono capaci di amare e provare amore. Come si riconoscono le personalità anaffettive? E come fare ad avere una relazione con un anaffettivo?

Chi è l’anaffettivo?

Con il termine anaffettività si vuole intendere l’incapacità da parte dell’individuo di provare o produrre sentimenti o affetti forti. Si caratterizzano per avere un comportamento freddo e distaccato con le persone più importanti della propria vita, che sia un partner, un genitore o un amico.

Si tratta della condizione di assenza di affettività intesa come la totalità dei processi emotivi. Più in generale, quindi, trattasi di incapacità, più o meno patologica, di provare emozioni o di esprimerle.

Spesso, questo fenomeno si manifesta in persone che sono state, soprattutto durante l’infanzia, soggette a stress, traumi, problemi legati alla sfera familiare o che, semplicemente, non hanno mai avuto a che fare con una persona che abbia provato affetto e amore manifesto per loro.

Secondo la scienza, ciò che ne consegue è una percezione distorta della realtà. Si possono sviluppare credenze patogene per cui l’individuo pensa di non dover dare o ricevere affetto perché non lo merita, ne consegue che l’individuo tende a distaccarsi da tutto il mondo e a dimenticarsi di esistere ragionando meccanicamente in tutte le azioni compiute.

Quando ci si innamora di una persona anaffettiva:

L’anaffettivo ha momenti di amore emotivo molto forte e momenti di distacco. La persona che soffre di questo disturbo, difficilmente riuscirà a mantenere relazioni durature e i partner che si trovano ad affrontare una situazione simile, dovranno fare i conti con qualcosa che non cambierà mai.

Quando ci si innamora di un anaffettivo bisogna comprendere che questo, pur amandovi, non riuscirà mai a rendervi felici o a provare e manifestare emozioni.

Amore sano e amore malato. Quali sono le differenze?

Gli anaffettivi tendono a rimanere a galla, cercando di coltivare rapporti per evitare di rimanere soli. Amano stare con qualcuno, a patto che questo si mantenga distaccato.

Insomma, sarà facile che un anaffettivo un giorno amerà e il giorno dopo sparirà. Non si capisce bene come mai agiscano così, sta di fatto che le persone anaffettive, tenderanno a rinchiudersi in se stesse per evitare il confronto affettivo all’esterno.

Come riconoscere una personalità anaffettiva?

La persona anaffettiva tenderà sempre ad avere:

  1. un’esagerata attenzione verso se stessi
  2. incapacità di accettare critiche e di essere autoironici verso se stessi
  3. incapacità di scherzare.

Gli anaffettivi però possono avere una famiglia, a patto che si impegnino e cercare di avere il più possibile una vita normale, pur mantenendo un certo distacco col partner e con i figli. Le persone che soffrono di questo problema, tenderanno però sempre ad isolarsi e a tentare di colpevolizzare gli altri per non far emergere il proprio problema. Già, chi ha problemi tenderà a proteggersi criticando gli altri.

Cosa fare se si vuole chiudere la storia con un anaffettivo?

Bisogna capire che è impossibile pretendere affettività da una persona così e quindi bisognerà analizzare tutte le variabili e capire se l’amore è sincero nonostante tutto. Se la persona distaccata ammetterà di non provare un grande amore, allora forse non vale la pena aspettare e sperare che le cose cambino. E’ necessario capire che nessuno può essere il salvatore di nessuno, soprattutto in coppia e che è bene imparare a non avere sensi di colpa se poi non si vuole rischiare di rimanere soli e non amati in futuro.

Serena Di Sisto

Condividi
Scritto da
Serena Di Sisto

Post recenti

Se vuoi costruire relazioni sane smetti di fare questi errori

Se vuoi costruire relazioni sane smetti di fare questi errori, errori che potrebbero compromettere anche…

1 giorno ago

Un tempo sarebbe stato facile amarmi

Un tempo sarebbe stato facile amarmi...Oggi parliamo di sentimenti e di cuori infranti, quelli che…

4 giorni ago

Se mi innamoro di un amico. Cosa fare?

Se mi innamoro di un amico/a. Cosa fare? Questa è la tipica domanda che le…

5 giorni ago

La paura di restare soli crea rapporti infelici?

La paura di restare soli crea rapporti infelici? Cosa sta accadendo alle società di oggi…

6 giorni ago

Quando si litiga in coppia. Di chi è la colpa?

Quando si litiga in coppia, di chi è la colpa? Può sembrare una domanda banale,…

1 settimana ago

I meccanismi biologici dell’infedeltà

I meccanismi biologici dell'infedeltà esistono e bisogna analizzare ogni tipo di variabile per capire se…

1 settimana ago