Shakespeare: ‘Pochi amano sentir parlare dei peccati che amano commettere’

William Shakespeare in una delle sue opere scrisse che gli uomini non amano sentire parlare ad alta voce dei peccati che muoiono dalla voglia commettere: Pochi amano sentir parlare dei peccati che amano commettere”.

Questo verso, contenuto in: Pericle, il principe di Tiro, Pericle; atto I, scena II, sintetizza la realtà dell’animo umano e delle sue passioni. L’uomo ama commettere peccati ma non ama sentirsi essere colpevole o farsi giudicare dopo averli fatti.

La passione genera peccato e soprattutto tra amanti, a volte è meglio non ammettere di essere caduti in tentazione a voce alta. Le opere di Shakespeare, ancora oggi, sono di straordinaria attualità, anche per i più giovani che si affacciano alla vita complessa delle relazioni.

Shakespeare, ricordiamo  è stato un drammaturgo e poeta inglese, considerato come il più importante scrittore in inglese e generalmente ritenuto il più eminente drammaturgo della cultura occidentale. Celebre è il suo capolavoro di “Romeo e Giulietta” che lo ha reso famoso e amato in tutto il mondo.

“Prima d’ucciderti, io t’ho baciata. Non mi restava altro modo che questo: uccidermi morendo in un tuo bacio”…

Shakespeare visse a cavallo fra il XVI e il XVII secolo, un periodo in cui si stava realizzando il passaggio dalla società medievale al mondo moderno.

Nel 1558 sul trono del regno era salita Elisabetta I d’Inghilterra, inaugurando un periodo di fioritura artistica e culturale che da lei prese il nome…Per saperne di più sulla sua vita e sulle sue opere continua a leggere qui

Author: Serena Di Sisto

Share This Post On