Shakespeare diceva sempre che: “L’amore è la più saggia delle follie, un’amarezza capace di soffocare, una dolcezza capace di guarire”. Una frase che ci induce a riflettere sull’importanza dei sentimenti. L’amore è qualcosa di prezioso e una volta raggiunto, bisogna aver il coraggio di tenerselo. L’amore però può anche far soffrire. Sono molte le persone che per paura della sofferenza e del tradimento, oggi rinunciano all’amore. Questo sentimento può far stare al settimo cielo o mandare all’inferno. Importante, quindi imparare a riconoscere amori veri da infatuazioni fasulle.

Chi ama non soffoca e non reca sofferenza. Il vero amore va ricercato in gesti semplici, in azioni quotidiane e in parole dolci. Al giorno di oggi è difficile trovare il vero amore, ma autori come questo ci ricordano come sia importante fare attenzione ai dettagli e a chi ci vuole davvero bene.

Se ancora non avete letto un suo libro questo è il momento di farlo perché i suoi scritti, nonostante il tempo, sono di grande attualità:

CLICCA QUI E SCARICA LA TUA COPIA

“Il ‘Sogno’ è il primo capolavoro comico di Shakespeare. Paragonato alle commedie che seguono […], e soprattutto paragonato all’altra commedia in cui sono presenti elementi magici, ‘La Tempesta’ (prodotto dell’arte sua più matura, frutto dell’enorme saggezza e della sapienza tecnica accumulata negli anni di esperienza, se non altro teatrale), il ‘Sogno’ può sembrare un trastullo, una bazzecola, una quisquilia. Ma per minore che sia è perfetta”…

Shakespeare in Love

E TU NON SEI ANCORA ABBONATO AD AMAZON PRIME?

PROVALO. CLICCA QUI E INIZIA A BENEFICIARE DEL SERVIZIO AMAZON PRIME. VIDEO, LIBRI MUSICA, VELOCITÀ’ E TANTO ALTRO. ISCRIVITI E’ GRATIS

Ricordiamo che il grande William Shakespeare nacque a Stratford-upon-Avon il 23 aprile del 1564 e morì in terra natia lo stesso 23 aprile del 1616. Shakespeare è stato un drammaturgo e poeta inglese, considerato come il più importante scrittore in inglese e generalmente ritenuto il più eminente drammaturgo della cultura occidentale. Celebre è il suo capolavoro di “Romeo e Giulietta” che lo ha reso famoso e amato in tutto il mondo.

Shakespeare visse a cavallo fra il XVI e il XVII secolo, un periodo in cui si stava realizzando il passaggio dalla società medievale al mondo moderno. Nel 1558 sul trono del regno era salita Elisabetta I d’Inghilterra, inaugurando un periodo di fioritura artistica e culturale che da lei prese il nome…Per saperne di più sulla sua vita e sulle sue opere continua a leggere qui