Schopenhauer: La metà delle angosce derivano dalla preoccupazione dell’opinione altrui

Arthur Schopenhauer diceva che nella vita, “Quasi la metà di tutte le nostre angosce e le nostre ansie derivano dalla nostra preoccupazione per l’opinione altrui”. L’opinione delle persone a volte può distruggere e indebolire.

Ma quanto è importante essere apprezzati e accettati dagli altri? Quando questa cosa può farci bene o nuocerci?
L’autore spiegava che la metà delle angosce derivano dal fatto che siamo troppo concentrati su cosa pensano gli altri di noi.

Se decidiamo di prendere delle scelte, la maggior parte delle volte siamo, anche senza volerlo, influenzati da quello che penseranno gli altri di noi.

Se anche voi volete imparare a lasciar perdere il giudizio delle altre persone allora questa lettura è consigliata per voi:

“L’arte di ignorare il giudizio degli altri” di Arthur Schopenhauer

CLICCA QUI E SCARICA IL TUO LIBRO

L'arte di ignorare il giudizio degli altri

“A causa della debolezza della natura umana si attribuisce, in genere, soverchia importanza a ciò che siamo nell’opinione altrui”: profondo osservatore delle contraddizioni dell’animo umano, Arthur Schopenhauer analizza in queste pagine i tanti modi in cui i giudizi della società condizionano i nostri comportamenti. Con l’acutezza che lo contraddistingue, Schopenhauer sottolinea l’assurdità di molti dei pareri che spesso ci portano a modificare la nostra condotta e mostra come imparare a vivere guardando prima di tutto al nostro benessere, per condurre un’esistenza appagante e ritrovare così la serenità interiore”…

L’autore, ricordiamo ha una visione totalmente pessimista della vita e dello stare con gli altri. Per lui le persone più sono capaci di comprendere le cose complesse del mondo più soffriranno. Per lo scrittore, la felicità in realtà non esiste se non nella mente della persona stolta e insensibile al mondo.

Arthur Schopenhauer, ricordiamo nacque a Danzica il 22 febbraio 1788 e morì a Francoforte sul Meno, il 21 settembre 1860. Il filosofo tedesco, è stato considerato uno dei maggiori pensatori del XIX secolo e dell’epoca moderna.

Arthur Schopenhauer 'Più intelligenza avrai, più soffrirai'

Il suo pensiero, inoltre, recupera alcuni elementi dell’illuminismo, della filosofia di Platone, del romanticismo e del kantismo, fondendoli con la suggestione esercitata dalle dottrine orientali, specialmente quella buddhista e induista. Schopenhauer crea una sua originale concezione filosofica caratterizzata da un forte pessimismo, la quale ebbe una straordinaria influenza, seppur a volte completamente rielaborata, sui filosofi successivi…Per saperne di più continua a leggere qui

Author: Serena Di Sisto

Share This Post On