Save the Children: ‘In Italia 1,2 milioni di minori sono in povertà assoluta’

E’ allarmante l’ultimo dato che emerge dalle indagini di Save the Children per l’Italia. ben 1,2 milioni di minori sono in povertà assoluta e con loro anche le famiglie. Questa è la situazione fotografata in Italia.

A Napoli, i 15-52enni senza diploma di scuola secondaria sono il 2% al Vomero e quasi il 20% a Scampia, a Palermo il 2,3% a Malaspina-Palagonia e il 23% a Palazzo Reale-Monte di Pietà, mentre nei quartieri benestanti a nord di Roma i laureati (più del 42%) sono quattro volte quelli delle periferie esterne o prossime al Gra nelle aree orientali della città (meno del 10%). Ancora più forte la forbice a Milano, dove a Pagano e Magenta-San Vittore (51,2%) i laureati sono 7 volte quelli di Quarto Oggiaro (7,6%).

Secondo l’Ong, “la segregazione educativa allarga sempre di più la forbice delle disuguaglianze, soprattutto nelle grandi città italiane. Pochi chilometri di distanza, tra una zona e l’altra, possono significare riscatto sociale o impossibilità di uscire dal circolo vizioso della povertà”.

“All’interno di una stessa città, l’acquisizione delle competenze scolastiche da parte dei minori segna un divario sconcertante”. Con queste parole l’organizzazione cerca di sensibilizzare tutti a prestare maggiore attenzione alle problematiche rilevanti.

Save the Children: 'In Italia 1,2 milioni di minori sono in povertà assoluta'

Nel capoluogo lombardo, invece, in zona Tortona, sono il 3,6%, meno di un terzo di quelli di Triulzo Superiore (14,1%), mentre a Genova sono 3,4% a Carignano e 15,9% a Ca’ Nuova, e a Roma 7,5% Palocco e 13,8% a Ostia Nord. Ricordiamo che le difficoltà maggiori però restano sempre al sud e nonostante i dati pare che ci siano anche altre sitauzioni di disagio che spesso non si conoscono.

Fonte Save the Cildren

Author: SDS

Share This Post On