Roversi: ‘Dovremmo accettare che, quando qualcuno non si fa sentire è perché non vuole’

“Dovremmo solo accettare che, quando qualcuno non si fa sentire è perché non vuole. E dovremmo lasciar perdere”. Questo è quello che dice anche lo scrittore Roberto Roversi.

Una frase questa, talvolta difficile da accettare, soprattutto per chi ama e in cuor suo sa di non essere ricambiato a pieno. In amore non esiste l pietà e quando qualcuno non ci cerca è perché non vuole. Non esistono gli impegni e le difficoltà, chi ama, egoisticamente troverà sempre un modo per fare ciò che vuole. Chi ama troverà sempre un modo di vedere l’altro, tutto il resto è scusa e azioni per cercare di sviare il rapporto o allontanare una persona dalla propria vita.

OGGI VI CONSIGLIAMO DI LEGGERE UNO DEI TESTI DI ROVERSI. 

CLICCA QUI E SCARICA LA TUA COPIA DA LEGGERE

“Quarto e ultimo volume che raccoglie i testi teatrali di Roberto Roversi. Scritto negli anni Settanta, presenta una storia basata sulle vicende di Paul-Louis Courier de Méré, ufficiale napoleonico, ellenista e scrittore francese a cavallo fra Sette e Ottocento”.

Roversi

Roberto Roversi, nato a Bologna il 28 gennaio del 1923  e morto nella sua Bologna il 14 settembre del 2012, nel corso della sua vita è stato uno scrittore, poeta, paroliere, giornalista, e libraio italiano, in gioventù partigiano; dal 1948 al 2006 gestì la libreria Palmaverde di Bologna.

Ha fondato e diretto le riviste Officina (insieme a Francesco Leonetti e Pier Paolo Pasolini) e successivamente Rendiconti…Se vuoi scoprire di più su Roversi clicca qui e leggi

Author: Serena Di Sisto

Share This Post On