Consigliati

Riconoscere una persona psicopatica è possibile. Le 16 cose da notare

Riconoscere una persona psicopatica è possibile.

Esistono 16 cose da notare per poter vincere e non cadere nella trappola della personalità psicopatica, soprattutto all’interno delle relazioni amorose.

Quando si inizia una relazione o si intraprende una storia con una persona è difficile riuscire a capire la personalità dell’altro, tuttavia è bene notare tutto e fare attenzione perché dietro l’angolo, potrebbe nascondersi una persona altamente psicopatica e dannosa.

Chi è lo psicopatico?

Lo psicopatico è una persona che appare inizialmente amabile e affascinante. La capacità di affascinare e attrarre a se è molto forte e spesso, la gente viene tratta in inganno da questa grande capacità di ammaliare.

I soggetti con una personalità psicopatica, tendono a mettersi in mostra e ad elogiarsi. Uno dei tratti caratteristici delle persone psicopatiche è quella di avere una faccia completamente diversa inizialmente da quella che emergerà poi in seguito. E’ facile per loro avvicinare tipi sensibili e incapaci di difendersi emotivamente.

Una relazione amorosa cona personalità malata:

Avere una relazione con un personalità problematica e malata non aiuta, anzi. Una relazione così porta solo alla distruzione di entrambi. La personalità psicopatica tenderà a sovrastare il partner, a sminuirlo e svilirlo. La persona psicopatica tende ad intrappolare psicologicamente l’altro cercando di manipolarlo e plasmarlo.

In una relazione è bene fare attenzione e cercare di capire cosa si nasconde dietro un viso e tante attenzioni. L’amore reale è irrazionale, fatto di piccoli sbagli e di gesti spontanei. Chi ha una personalità psicopatica tenderà a far di tutto per non commettere errori e a far vedere quanto è bello essere in sua compagnia.

Bisogna quindi imparare a riconoscere i segnali più piccoli e incomprensibili per cercare di non cadere nella trappola dello psicopatico.

Il narcisista e lo psicopatico:


La dinamica relazionale utilizzata dalla figura del narcisista maligno o dello psicopatico è tesa all’imprigionamento emotivo ma a volte anche fisico della sua preda. Queste persone non provano sentimenti o per lo meno hanno una visione piatta delle cose. Amore, morte, affetto, odio, vengono percepiti tutti allo stesso modo. Il modo piatto di non provare sentimenti li contraddistingue.

Sanno essere estremamente affascinanti e tentano in ogni modo di guadagnarsi la stima e l’affetto delle persone che gli stanno intorno. In verità, lo psicopatico digerisce poco la gente attorno a lui ma cerca di non darlo a vedere per trarne del vantaggio a suo piacimento.

I 20 atteggiamenti da notare:

1 E’ impossibile discutere con loro:

Gli psicopatici non ammettono discussioni o confronti con gli altri. Non amano affatto discutere e dover ragionare su chi o cosa ha ragione. Hanno ragione loro e punto e chi non la pensa così può anche andar via. Generalmente hanno un atteggiamento aggressivo e si mostrano insofferenti al giudizio esterno.

2 Bugiardi nati:

Lo psicopatico è un bugiardo nato e mente con estrema maestria. Generalmente mente per ingannare gli altri e dare un aspetto di se migliore di quello che è in realtà. E’ difficile comprendere dove sta la verità e la bugia di uno psicopatico poiché è in grado di distorcere la realtà e reinterpretatala a suo modo.

3 Sono ingrati:

Gli psicopatici sono ingrati e incapaci di riconoscere qualcosa a qualcuno. Tendono sempre a sminuire, soprattutto chi fa del bene. Le persone psicopatiche non riconoscono il gesto fatto per loro perché pensano che tutto gli sia dovuto e che nulla è un gesto da apprezzare.

4 Affettivi apparenti:

Possono apparire affettivi e attenti al partner ma in seguito si dimostreranno freddi e distaccati. La tattica dell’affetto e delle attenzioni, serve solo ad attirare la preda e a farla interagire con lo psicopatico. In questo modo sarà facile attrarre a se una persona appetibile e magari indifesa dinanzi a simili comportamenti. Ricordiamo che lo psicopatico cerca sempre di trovare un punto debole nel partner e di usarlo a suo piacimento per il raggiungimento dei propri scopi.

5 Senso dell’onore contraddittorio:

Le persone psicopatiche pensano di essere integerrime e attente anche quando non è così. Lo psicopatico pensa di agire sempre nel rispetto di tutti e secondo criteri sociali rigidi.

6 Presunzione elevata:

Lo psicopatico è presuntuoso e pieno di se. Pensa di avere ragione, di sapere tutto e di essere il migliore. Ciò che fanno gli altri è sbagliato o e di poco conto. Queste persone cercando di far capire agli altri il motivo della loro superiorità anche quando questa non c’è affatto.

7 Nessun punto debole:

Lo psicopatico non ha punti deboli o per lo meno pensa di non averne. Il soggetto in questione, non avendo sentimenti e vedendo tutto in maniera distaccata e fredda, sembra non abbia nessun punto debole anche se questo, di fatto, è impossibile.

8 Nessun errore:

Lo psicopatico non commette errori. Pensa e crede di non poter sbagliare. Di solito, lo psicopatico è freddo e calcolatore e tende a ragionare e programmare nel minimo dettaglio ogni sua mossa per ledere gli altri.

9 Incolpano gli altri:

Lo psicopatico non perde l’occasione di incolpare gli altri e di far vedere quanto le persone possano essere inferiori e per nulla adatte alla società. In verità, lo psicopatico ha una scarsa fiducia in se stesso ed è estremamente debole e insicuro. La sua insicurezza si trasforma in rabbia e aggressione silenziosa. Questo è un modo per nascondere la sua natura e dirottare l’attenzione sugli altri, sugli errori degli altri.

10 Tradiscono la fiducia altrui:

Sono traditori ed è impossibile potersi fidare di loro. Chi fa l’errore di fidarsi di uno psicopatico ne pagherà amaramente le conseguenze.

11 Inaffidabili:

Sono inaffidabili, non ci si può fidare e non si può fare affidamento su di loro e sulla parola data. La parola d’onore non conta, anche se poi non lo ammetteranno mai.

12 Traggono profitto dai disagi degli altri:

Lo psicopatico si nutre e gode delle disgrazie altrui. Questa cosa lo fa sentire forte e invincibile dinanzi agli altri. In realtà sono loro a sentirsi falliti e sbagliati e quando vedono qualcuno soffrire ne traggono godimento e anche vantaggi laddove possibile.

13 Comunicazione contraddittoria:

Sono contraddittori. Dicono una cosa un giorno e il giorno dopo la smentiscono facendo sentire l’interlocutore fuori posto e insicuro di ciò che era stato detto in precedenza.

14 Senso di superiorità:

Sono superiori e si sentono superiori anche quando non lo sono e convincono tutti di questa cosa.

15 Sminuire gli altri:

Sminuire gli altri è il loro pane quotidiano. Si sentono superiori nel farlo e traggono beneficio da questo atteggiamento per nulla onorevole e consono per una corretta vita sociale.

16 Usano i complimenti per attrarre:

Lo psicopatico non vorrebbe mai fare dei complimenti agli altri ma solo riceverli. Quando uno psicopatico riempie una persona di complimenti e la elogia, lo fa solo per un tornaconto personale e non perché sente ciò che dice. Tutto è mirato al raggiungimento degli obiettivi personali.

Chi ha una relazione con uno psicopatico cosa deve fare?

La riposta giusta è chiudere, chiudere al più presto e salvarsi perché con queste personalità ci sarà sempre da soffrire e da discutere. Le personalità psicopatiche avranno difficoltà ad accettare il rifiuto e di essere lasciate e quindi e bene cercare di capire fin da subito con chi si ha a che fare per non compromettere la propria armonia e vita.

I veri criteri per avere un amore sano secondo il Buddismo

Trovare la forza di abbandonare chi non ci merita e ci fa soffrire è un atto di bontà e un dovere da compiere per se stessi, seppur questo porterà ad una grande sofferenza iniziale. Ci sono dei momenti in cui bisogna farsi coraggio e dire addio alla persona che non ci fa stare più bene e ci rende infelici. Lasciare andare l’altro è un gesto di rispetto verso di noi e verso i nostri principi Bisogna quindi meditare e capire bene i pro e i contro di una separazione e cercare di ricordare come si era felici in passato.

La felicità non dipende da una persona ma la sofferenza può dipendere dalla presenza o dall’allontanamento di un partner.

Bisogna analizzare bene i punti e provare, per quanto possa essere difficile, a ragionare in maniera logica senza farsi trasportare dalle emozioni. Quando in ballo c’è la propria vita, bisogna pensare solo a se stessi, lo psicopatico lo farebbe e non metterebbe mai il partner al primo posto, anzi!

Serena Di Sisto

Condividi
Scritto da
Serena Di Sisto

Post recenti

Le tecniche che un narcisista usa in coppia per screditare l’altro

Le tecniche che un narcisista usa in coppia per screditare l'altro sono difficili da individuare…

1 giorno ago

Nessuna relazione è una perdita di tempo. Come mai?

Nessuna relazione è una perdita di tempo. Se non ti ha portato quello che vuoi,…

3 giorni ago

Non inseguire chi sa dove trovarti. Ecco perché

Non inseguire chi sa dove trovarti. Bisogna superare la paura della solitudine altrimenti si rischia…

6 giorni ago

Se un narcisista vuole lasciarti userà le seguenti tecniche. Ecco quali

Se un narcisista vuole lasciarti userà le seguenti tecniche. Ecco quali sono e come evitare…

1 settimana ago

Riprendiamo da dove ci eravamo lasciati…

Riprendiamo da dove ci eravamo lasciati… E' possibile ricominciare una relazione dopo essersi lasciati a…

1 settimana ago

Complesso di Elettra. Quando si ripercuote sulla scelta del partner

Complesso di Elettra. Quando si ripercuote sulla scelta del partner per una donna? Parlando di…

2 settimane ago