Pubblica amministrazione, 500 mila uscite dal lavoro. In arrivo assunzioni dirette

Pare che ci siano buone notizie per le persone in cerca di occupazione perché dal Governo  Governo centrale emerge che sono previste oltre 500mila uscite dal lavoro della pubblica amministrazione. Ci sarà forse, finalmente, opportunità per i giovani di trovare lavoro e per l’Italia, di uscire dalla grave crisi occupazionale che sta attraversando ormai da anni.

Questa novità, pare che sia l’effetto di varie misure di riduzione della spesa degli ultimi anni, tra pensioni di vecchiaia, “opzione donna”, pensioni anticipate e “quota 100”, soprattutto Quota 100. Il Ministro Giulia Bongiorno, si dichiara soddisfatta e afferma che la metà delle assunzioni potrebbero arrivare in forma diretta direttamente dalle università. Si tratta di una buona idea questa, per far si che i laureati non siano costretti a lasciare l’Italia dopo aver terminato gli studi.

“Con il ministro dell’Istruzione Bussetti, abbiamo deciso di creare un corso – spiega ancora il ministro- che permetta al ragazzo che studia all’università, alla fine del suo percorso, di poter fare un concorso direttamente nella P.a». Una sorta di pista preferenziale, quindi, con vantaggi sia per quanti pensano a iscriversi all’università sia per la P.a, che potrebbe contare su professionalità fresche, visto la sete di ‘nativi digitali”.

Pubblica amministrazione, 500 mila uscite dal lavoro. In arrivo assunzioni dirette

Riguardo lo strumento die concorsi il ministro dice: «I nuovi concorsi saranno svolti attraverso l’impiego degli strumenti informatici e secondo modalità differenziate in relazione alle professionalità da reclutare. Le assunzioni prioritarie saranno quelle che servono alla digitalizzazione della PA».

Author: SDS

Share This Post On