Primo Levi: ‘Quando non si riesce a dimenticare si prova a perdonare’

Lo scrittore italiano Primo Levi nel suo celebre libro dal titolo “Se questo è un uomo” disse che “Quando non si riesce a dimenticare si prova a perdonare”.

Il tema del perdono è molto caro all’autore, che in questo testo lo menziona parlando di rapporti umani. Noi però vogliamo soffermarci sulla sua frase per parlare di relazioni e di amore. Si dice che quando non si riesce a dimenticare una persona che ci ha fatto soffrire, pur d restare con lei, siamo disposti a provare a dimenticare il male provocato. Ma è possibile dimenticare avvenimenti critici in una coppia come ad esempio il tradimento o un grande dispiacere?

Se vuoi conoscere bene questo autore clicca qui e acquista uno dei suoi testi

CLICCA QUI 

Ricordiamo che l’opera da cui è tratta la frase è un’opera memorialista scritta tra il dicembre 1945 ed il gennaio 1947. Rappresenta anche una testimonianza di quanto vissuto dall’autore nel campo di concentramento di Auschwitz. Le riflessioni dell’autore permettono a chi legge le sue pagine di potersi immedesimare facilmente con il protagonista ed affiancarlo idealmente nella sua esperienza.

“Io sulle prime credevo che fosse una ragazza un po’ strana, perché non avevo esperienza e non sapevo che tutte le ragazze sono strane, o per un verso o per un altro, e se una non è strana vuol dire che è ancora più strana delle altre, appunto perché è fuori quota, non so se mi spiego”…

Nota sull’autore:

Primo Michele Levi nacque a Torino il 31 luglio del 1919 e morì sempre a Torino l’11 aprile del 1987. Michele Primo Levi è stato uno scrittore, partigiano e chimico italiano, autore di racconti, memorie, poesie, saggi e romanzi.

Partigiano antifascista, il 13 dicembre 1943 venne arrestato dai fascisti in Valle d’Aosta, venendo prima mandato in un campo di raccolta a Fossoli e, nel febbraio dell’anno successivo, deportato nel campo di concentramento di Auschwitz in quanto ebreo…Per saperne di più continua a leggere qui

Author: Serena Di Sisto

Share This Post On