Perchè dopo l’innamoramento è difficile costruire un rapporto stabile?

Lo avevamo già detto e lo ripetiamo: non fidatevi troppo della fase dell’innamoramento, perché spesso, non porta a nulla e sicuramente, per costruire uno stabile rapporto di coppia c’è bisogno di altro. Ma come mai dopo i primi tempi è così difficile creare un rapporto stabile e duraturo, soprattutto nei giovani?

Molto spesso, la novità e la voglia di non stare soli non aiuta, e spesso, confonde le persone che iniziano ad uscire con un probabile partner investendo tempo e risorse sperando che un domani diventi la persona della loro vita, quella con cui camminare mano nella mano nei sentieri della vita.

Durante questa fase è tutto bello e l’euforia regna. Il partner appare irresistibile, amabile e unico agli occhi di chi sta subendo il suo fascino. E’ quasi come essere sotto l’effetto di una droga per gli esperti. In altre parole, si tende a vivere in uno stato alterato di coscienza e  di eccitazione costante del corteggiamento dettati dagli alti livelli di alcuni neurotrasmettitori, come la dopamina, ma anche di testosterone e feromoni, in un mix di passioni e istinti che alterano le normali funzioni cognitive del cervello. Passata questa fase però, le cose cambiano, la quotidianità mette a dura prova quello che fino a ieri sembrava un rapporto bello e stabile e lascia il posto all’incertezza e alla paura di aver sbagliato tutto.

Tuttavia, capire l’amore non è per nulla facile, si tratta del sentimento più insidioso da analizzare. Spesso a confondere le persone si mette di mezzo quella che gli esperti hanno definito dipendenza affettiva.

La dipendenza è qualcosa che dura meno dell’amore infatti, che non è permanente, fa stare male fa sentire legati e deboli, invece il vero amore rende forti tutti, più sicuri anche nella vita di tutti i giorni. Essere amati e amare è qualcosa che va al di là del semplice affetto, è forte è un collante della relazione.

dopo l'innamoramento è difficile costruire un rapporto stabile?

E’ stato dimostrato, che a volte, ci sono molti strati che offuscano il vero senso dell’attaccamento che si ha ad una persona. Chi ama veramente, però non si sente in alcun modo attaccato in modo morboso all’altro ma vive dell’amore che prova per lui. L’amore vero è affetto è stima nei confronti dell’altro, o voglia di vederlo/a felice, di volere solo il meglio. Solo se l’altro/a sta bene allora la persona innamorata è felice. Per trasformarlo in vero amore e rapporto stabile c’è bisogno di affetto, volontà e tanta stima reciproca, guardare verso obiettivi comuni e capire che nonostante tutto e tutti si ci sceglie ogni giorno con i propri pregi e difetti.

Author: SDS

Share This Post On