Pace fiscale per tutti i debitori. Ecco le nuove misure

Novità per quanto riguarda le spese. Con la nuova Pace fiscale del Governo Conte più libertà per tutti e in 5 anni è possibile far fronte ai debiti delle vecchie cartelle.

Nello specifico ci saranno solo dieci rate da versare in cinque anni per chiudere definitivamente i conti con la vecchia Equitalia, quella che oggi si chiama Agenzia delle Entrate-Riscossione.

Così la nuova misura denominata “Pace fiscale” è allo studio del Governo. L’ipotesi, prevede una riduzione dell’importo dovuto per chi ha già vinto in primo grado e definisce la lite al 20% delle maggiori imposte richieste dal secondo grado. Inoltre, con la nuova misura pensata, rientrerebbe nel nuovo piano anche chi non è riuscito a pagare i piani di rateizzazione degli anni passati.

Pace fiscale per tutti i debitori. Ecco le nuove misure

Per saldare il conto pregresso, inoltre, si potranno utilizzare anche crediti certi ed esigibili vantati nei confronti della Pubblica amministrazione. Una sanatoria è prevista anche sulle cosiddette liti pendenti, ossia le dispute tra i contribuenti e l’Agenzia delle Entrate davanti alle Commissioni tributarie.

Comunque sia, l’ipotesi del Governo è quella di forfettizzare la riduzione delle imposte da pagare che potrebbe arrivare a dimezzare l’importo dovuto per chi ha già vinto in primo grado e a limitare l’esborso per definire la lite al 20% delle maggiori imposte richieste dal secondo grado.

Si continua dunque a lavorare per cercare di far fede alle promesse fatte durante la campagna elettorale. «Il governo», si legge nel documento inviato alle Camere, «intende mettere in atto una serie di disposizioni per definire un sistema fiscale a misura di famiglia, alleggerendo il peso dell’imposizione tenendo conto del numero dei figli e della funzione sociale multidimensionale svolta dal nucleo familiare».