Neruda: ‘Amare è così breve, e dimenticare così lungo’

Il tempo per innamorarsi a volte è breve, brevissimo, ma quello per dimenticare può essere infinito. Lo scrittore argentino Pablo Neruda disse in fatto di sentimenti che: ‘Amare è così breve, e dimenticare così lungo’…

Una frase breve ma che riassume in tutto il significato della sofferenza per l’amore perduto. Quando finisce una storia d’amore, soprattutto se è stata intensa e forte, non è facile dimenticare, anzi, a volte diventa davvero difficile e porta l’uomo a soffrire per lunghi, interminabili periodi.

Le poesie d’amore di Neruda, ricordiamo che nel complesso sono un inno all’amore eterno, un monito alla vita e un insegnamento continuo. Nei suoi versi Neruda parla di  paesaggi e colori, legati all’amore e alla vita.

“Due amanti felici fanno un solo pane, una sola goccia di luna nell’erba, lascian camminando due ombre che s’unisco, lasciano un solo sole vuoto in un letto. Due amanti felici non hanno fine né morte, nascono e muoiono più volte vivendo, hanno l’eternità della natura”. Tratta da alcuni versi della poesia: “Due amanti felici”.

Amare è così breve, e dimenticare così lungo' Neruda

l poeta Pablo Neruda, (pseudonimo di Ricardo Eliécer Neftalí Reyes Basoalto)nato a Parral il 12 luglio 1904 e morto a Santiago del Cile il 23 settembre 1973, nel corso della sua carriera poetica è stato un grande autore ed attento ascoltatore dell’animo umano, considerato una delle più importanti figure della letteratura latino-americana del Novecento.

Nel corso della sua vita è stato anche un diplomatico e politico oltre che grande poeta e scrittore. Neruda è stato anche definito anni fa da Gabriel García Márquez “il più grande poeta del XX secolo, in qualsiasi lingua” e considerato da Harold Bloom, tra gli scrittori più rappresentativi del canone Occidentale.

Loading...

Author: Serena Di Sisto

Share This Post On