Italia

Mutui, in Italia tassi più convenienti ma non come in Germania

Mutui, in Italia tassi più convenienti ma non come in Germania. Accendere un mutuo, si sa, è una decisione importante e molto spesso obbligata ma secondo gli ultimi dati, pare che accendere un mutuo in Italia convenga davvero.

I mutui per la casa in Italia infatti in questo momento sono tra i più bassi nell’Eurozona con oscillazioni comprese fra lo 1,03% ed il 2,08% a seconda dell’istituto e del tipo di tasso scelto, se variabile o fisso. E’ quanto risulta da un’indagine di Facile.it e Mutui. it che ha preso in considerazione un immobile da 180.000 euro con un mutuo di 120 mila euro in dieci anni Nell’Eurozona va meglio solo ai tedeschi e ai francesi (che per il tasso fisso si vedono applicare, rispettivamente TAEG all’1,70% e 1,87%), ai portoghesi (tasso fisso 1,91%) e soprattutto ai finlandesi (dove il tasso fisso è dell’1,25%) Se in Spagna i tassi non sono troppo lontani da quelli italiani (fra 1,85% e 2,10% se fisso; fra 0,80% ed 1,20% se a tasso variabile) e poco più alti nei Paesi Bassi.

L’analisi di Mutui.it e Facile.it non si è fermata alla sola Europa e ha verificato quali siano le condizioni applicate ai finanziamenti anche in molte altre parti del mondo.

In ogni caso, in Italia questo finanziamento oggi è indicizzato con TAEG compresi fra 1,03% ed 1,10% se a tasso variabile e fra 2,01% e 2,08% se a tasso fisso.

“Nel vecchio continente va meglio solo ai tedeschi e ai francesi (che per il tasso fisso si vedono applicare, rispettivamente TAEG all’1,70% e 1,87%) e, soprattutto, agli svizzeri; al di là delle Alpi chi decide di comprare casa col mutuo dovrà considerare un tasso dell’1,65% se sceglierà il tasso fisso e appena dello 0,65% se opterà per il variabile”, dice la ricerca.

Un discorso diverso vale invece per il Regno Unito, dove i mutui, non essendo denominati in Euro, hanno dinamiche slegate da quelle del resto di Europa”.

Insomma se proprio dovete accendere un muto almeno consolatevi con questa notizia. Inoltre ricordiamo che prima di procedere con l’acquisto di un immobile ad uso residenziale, è dunque necessario avere un quadro ben chiaro e completo di tutte le agevolazioni e i risparmi fruibili derivanti dall’accensione di un mutuo prima casa. Acquistare casa significa compiere un passo piuttosto importante all’interno della vita di ogni individuo.

La normativa consente a chiunque di accendere un mutuo per l’acquisto della prima casa ottenendo un’agevolazione fiscale che consente di detrarre l’Irpef lorda per un importo pari al 19% degli interessi passivi, oltre agli oneri accessori previsti per l’accensione del contratto di mutuo.

Quando si parla di agevolazioni e di risparmi inerenti l’acquisto di un immobile ad uso residenziale, è impossibile non tenere in considerazione lo strumento approntato dal MEF nel 2014: il Fondo di Garanzia per la Prima Casa. Insomma fate attenzione a tutto.

Serena

Condividi
Scritto da
Serena

Post recenti

Coppia complementare e simmetrica. Quale funziona?

Coppia complementare e simmetrica. Quale funziona? Negli ultimi tempi, gli studi psicologici si sono diretti…

5 giorni ago

La relazione finisce nel momento in cui si è d’accordo su tutto

La relazione finisce nel momento in cui si è d'accordo su tutto? E' già, sembrerebbe…

1 settimana ago

Il vero amore è capace di sopportare tutto?

Il vero amore è capace di superare e sopportare qualunque cosa? Questa è una domanda…

1 settimana ago

Infedeltà. Solo una coppia su 4 è monogama, ecco i motivi

Infedeltà. Solo una coppia su 4 è monogama, la scienza lo conferma. L’argomento infedeltà non…

1 settimana ago

L’amore è una cosa semplice?

L'amore è una cosa semplice? Questa è una delle domande più strane che ci poniamo.…

2 mesi ago

Relazione tossica. I motivi per cui è difficile chiuderla

Relazione tossica. I motivi per cui è difficile chiuderla sono tanti e non è per…

2 mesi ago