Seleziona una pagina

Sono soddisfatti i grillini dopo l’approvazione del Governo della Manovra. Ma quali sono i punti principali del provvedimento? Dal reddito di cittadinanza a tanto altro. Vediamo cosa cambierà per gli italiani:

Ecco i punti principali del provvedimento: Per prima cosa ci sarà la cancellazione degli aumenti dell’Iva previsti per il 2019. Poi sarà la volta dell’introduzione del tanto atteso reddito di cittadinanza, con la contestuale riforma e il potenziamento dei Centri per l’impiego. Introduzione della pensione di cittadinanza. Introduzione di modalità di pensionamento anticipato per favorire l’assunzione di lavoratori giovani (superamento della legge Fornero).

Prima fase dell’introduzione della flat tax tramite l’innalzamento delle soglie minime per il regime semplificato di imposizione su piccole imprese, professionisti e artigiani.

Soddisfatto il vice premier dei 5 Stelle Luigi Di Maio che ha detto: “Le tasse saranno abbassate al 15% per più di un milione di lavoratori italiani e 400mila persone avranno diritto alla pensione superando la legge Fornero”. L’accordo di governo contiene anche il provvedimento per la cosiddetta ‘pace fiscale’ che prevede la chiusura delle cartelle Equitalia e che avrà un impatto una tantum sui conti.

Luigi Di Maio, assicura inoltre che il governo non cerca lo scontro con l’Europa sulla manovra: “Abbiamo di fronte giorni importanti di interlocuzione con la Commissione Europea: noi non vogliamo andare allo scontro”, ha detto di Maio parlando al summit sul 5G organizzato da Huawei.

Al via intanto anche al tanto atteso taglio dell’imposta sugli utili d’impresa (Ires) per le aziende che reinvestono i profitti e assumono lavoratori aggiuntivi.

Manovra. Ecco le misure approvate, reddito di cittadinanza e tano altro

Rilancio degli investimenti pubblici attraverso l’incremento delle risorse finanziarie, il rafforzamento delle capacità tecniche delle amministrazioni centrali e locali nella fase di progettazione e valutazione dei progetti, nonché una maggiore efficienza dei processi decisionali a tutti i livelli della pubblica amministrazione, delle modifiche al Codice degli appalti e la standardizzazione dei contratti di partenariato pubblico-privato.