Le persone più intelligenti sono spesso disordinate, imprecano e non dormono mai

Una ricerca dell’Università del Minnesota dimostra che le persone più intelligenti imprecano, sono disordinate e dormono poco: ecco tutte le curiosità del caso.

Sapevate che i più intelligenti imprecano, sono disordinati e sempre svegli? Secondo uno studio di alcuni ricercatori del Minnesota, avere un QI più alto non vuol dire necessariamente avere dei comportamenti da perfetti “gentleman”, semmai il contrario. Ma allora perché avere un’intelligenza superiore alla media non è un fattore direttamente collegabile all’essere raffinati e ordinati? Lo studio americano si è espresso in tal senso sfatando miti e luoghi comuni…

Comunemente si pensa infatti che dire imprecazioni sia indice di un vocabolario puerile e limitato. I risultati della ricerca hanno dimostrato l’esatto opposto: interpretando la cosa da un punto di vista diverso, chi solitamente non dice parole volgari limita indirettamente la propria terminologia mentre, secondo i risultati raccolti, i soggetti che imprecano più di frequente sono tendenzialmente molto sarcastici e retorici.

Sapevate che i più intelligenti imprecano, sono disordinati e sempre svegli? Secondo uno studio di alcuni ricercatori del Minnesota, avere un QI più alto non vuol dire necessariamente avere dei comportamenti da “perfettini”, semmai il contrario. Ma allora perché avere un’intelligenza superiore alla media non è un fattore direttamente collegabile all’essere raffinati e ordinati? Lo studio americano si è espresso in tal senso sfatando miti e luoghi comuni in merito.

Molto spesso siamo portati a pensare l’inclinazione all’imprecazione posso essere ovvio indizio di un vocabolario puerile e limitato. I risultati della ricerca, invece, hanno dimostrato l’esatto opposto: interpretando la cosa da un punto di vista diverso, chi solitamente non dice parole volgari limita indirettamente la propria terminologia mentre, secondo i risultati raccolti, i soggetti che imprecano più di frequente sono tendenzialmente molto sarcastici e retorici.

Altra tendenza anomala riguarda gli orari: le persone più intelligenti, in genere, vanno a letto tardi e non sono molto mattiniere. Ci sarebbero non solo dei dati a sostenerlo, ma anche uno studio dello psicologo giapponese Satoshi Kanazawa su Psychology Today. Tra le persone più note con un quoziente intellettivo alto che non hanno mai nascosto di restare svegli a lungo durante la notte troviamo, ad esempio, Charles Darwin, Winston Churchill, Elvis Presley, Keith Richards e Barack Obama.

Share This Post On