La più forte e vera forma di intimità è quella emotiva

Per far si che una relazione sia stabile e duratura, c’è bisogno di creare intimità, non solo quella fisica ma soprattutto quella emotiva. Talvolta, la vera forma più forte dell’intimità di coppia è quella che coinvolge la mente. Si tratta del collante più forte, capace di tenere uniti i due partner negli anni.

L’intimità emotiva, ancor più di quella fisica, è il vero fulcro di qualsiasi rapporto d’amore vero e stabile. Quando due persone fanno l’amore con la mente, prima che con il corpo, imparano molto l’uno dell’altro, generando un clima di completa fiducia. Fare l’amore con la mente, creare intimità è fondamentale per far si che si costruiscano le basi per una relazione vera.

L’intimità genera sicurezza, stabilità e serenità. Quando due persone sono in piena armonia con la mente, lo saranno anche con il corpo. L’eros e il piacere iniziano prima di tutto dalla testa. Il cervello va stimolato ancora prima del corpo. L’intimità emotiva genera un senso di profonda vicinanza con l’altro e permette la piena condivisione dei sentimenti personali, ed emozioni più nascoste. La coppia, viene unita grazie a questa simbiosi che si viene a creare tra la mente e il corpo.

Tuttavia, molte persone  temono l’intimità emotiva e hanno il timore di legarsi troppo ad un’altra persona, di mostrarsi per quello che sono, di fare emergere tutte le loro fragilità. Esporsi così è rischioso per molti che, per paura, evitano questa grande forma di amore e si limitano alla creazione dell’intimità fisica, sicuramente più debole e meno stabile .

Da ricordare, che senza la creazione di una vera e propria intimità emotiva tra i partner è difficile che la relazione diventi stabile e seria e si generi un clima di fiducia reciproca. In questo modo, si metteranno in atto meccanismi difensivi autoprotettivi complessi, che divideranno gli amanti nel tempo. La mancanza di fiducia, il sapere che l’altro in qualche modo ci teme e non vuole aprirsi a noi è frustrante e deprimente da accettare.

Spesso la paura dell’amore è solo paura di aprirsi troppo all’altro e mettersi a nudo con la propria anima. L’intimità emotiva è una delle esperienze più appaganti dell’essere umano ma talvolta fa anche molta paura. Gli esperti affermano che non è l’intimità in se per se a fare timore ma il rischio di essere traditi, abbandonati, dopo aver mostrato la parte più debole. Il rischio di essere feriti, frena le persone ad aprirsi con la mente agli altri.

Anche la scienza ha dato un contributo a questa tesi sociologica e psicologica, infatti gli studiosi di neuroimaging, hanno dimostrato come nella fase dell’innamoramento siano coinvolte ben 12 differenti aree del cervello che lavorano insieme. Infatti, quando guardiamo o pensiamo alla persona amata, queste aree rilasciano un cocktail letale di neurotrasmettitori cerebrali, tra cui l’ossitocina, la dopamina, la vasopressina e l’adrenalina.

Si tratta di elementi essenziali per offuscare piacevolmente il cervello e dar vita all’intimità di coppia. Una vera e propria fase dell’innamoramento e dell’eros più puro che colpisce entrambi i partner e che può durare per moltissimo tempo.  Essere innamorati rende le persone dipendenti l’uno dall’altra, soprattutto nei primi tempi e la creazione di alchimia e di intimità emotiva fa si che la relazioni durino e migliorino anche negli anni.

Per far innamorare profondamente una persona e in particolar modo una donna, c’è bisogno di stimoli sensoriali. Per conquistare una persona, infatti, non basta un bel sorriso, una cena o dei viaggi romantici e un rapporto carnale perfetto e appagante. Il vero appagamento sta nel dialogo e nella creazione dell’intimità emotiva. Una donna che si eccita con la mente si ecciterà anche al massimo con il corpo e tuti i sensi si attiveranno in una danza sensuale che catturerà anche l’uomo più freddo e più chiuso. Il piacere si attiva prima di tutto da dentro. Il corpo reagisce a vari stimoli, ma a quelli mentali in particolare modo.

Superare la paura della creazione dell’intimità emotiva però è possibile. C’è bisogno di aiuto da parte di tutti e due i partner e di impegno, di ascolto e tanto altro.

La più forte e vera forma di intimità è quella emotiva

Per prima cosa:

1) E’ importante capire la differenza tra l’intimità emotiva e quella fisica:

Sembra un concetto facile e scontato ma non è così. Spesso, soprattutto gli uomini, non riescono a far luce e a distinguere le due cose e spesso, faticano a creare l’intimità emotiva perché credono che sia solo meno importante. Tuttavia, una volta capito come sia molto più incisiva quella emotiva si passa al momento dell’azione vera e propria.

2) Avere maggiore fiducia in se stessi e poi degli alti:

Per aprirsi agli altri è importante essere prima maggiormente fiduciosi. Avere una sicurezza interiore facilita la creazione del rapporto con gli altri. Non tutti vogliono farci del male, dobbiamo solo imparare a riconoscere le persone giuste.Insomma, la strada non è facile, ma con un pò di impegno e di sicurezza in più sarà più facile aprirsi agli altri e creare una vera intimità emotiva con gli altri.

Author: SDS

Share This Post On