Khalil Gibran: ‘Dammi il supremo coraggio dell’amore’.

Il celebre scrittore ci invita alla riflessione sul coraggio che bisogna avere per amare e per lasciarsi amare. Solo l’altro ci dona il coraggio di farlo.

Avere coraggio di amare non è da poco, anzi, soprattutto perché ce ne vuole davvero molto. Quando si ama, lo si fa senza preteze e senza che l’altro ricambi per forza i nostri sentimenti. Amare richiede coraggio e lo richiede anche restare insieme e sopravvivere e andare avanti, nonostante le continue difficoltà che la vita presenta.

Oggi, soprattutto, ci vuole coraggio per amare, perchè nell’era dei social, in cui tutto è li e tutto è facile da ottenere e da cambiare, è difficile riuscire a trovare l’amore della propria vita, o per lo meno la persona che ricambi allo stesso modo i sentimenti mostrati.

La paura di restare soli crea rapporti infelici?
La paura di restare soli crea rapporti infelici?

Una poesia dell’autore ci invita a ragionare su questo, l’amore richiede coraggio e la coppia deve essere capace di supportare entrambi affinché l’amore sopravviva.

Leggiamo la poesia “Dammi il supremo coraggio dell’amore”:

“Dammi il supremo coraggio dell’Amore,
questa è la mia preghiera,
coraggio di parlare,
di agire, di soffrire,
di lasciare tutte le cose,
o di essere lasciato solo.

Temperami con incarichi rischiosi,
onorami con il dolore,
e aiutami ad alzarmi ogni volta che cadrò.
Dammi la suprema certezza nell’amore,
e dell’amore,
questa è la mia preghiera,
la certezza che appartiene alla vita nella morte,
alla vittoria nella sconfitta,
alla potenza nascosta nella più fragile bellezza,
a quella dignità nel dolore,
che accetta l’offesa,
ma disdegna di ripagarla con l’offesa.
Dammi la forza di amare
sempre
e ad ogni costo”.

Kahlil Gibran 

L’amore per Gibran:

L’autore Khalil Gibran parlò molto di amore e sentimenti nei suoi testi e disse che solo l’amore è capace di rendere piene e soddisfatte le persone, tuttavia quando qualcosa va storto ‘Rimpiangere l’irrecuperabile è la peggiore delle umane debolezze’…

Per l’autore, anche quando un grande amore termina o non cresce è inutile continuare a struggersi e a rimpiangere l’irrecuperabile.L’uomo debole è colui che si piange addosso, che non reagisce, che resta ancorato nel passato per paura di andare avanti.

Nelle riflessioni dell’autore però  ci sono anche dei momenti di emozione e di straordinaria profondità. A volte sono i dettagli, le cose che  facilmente sfuggono. Guardare i dettagli per capire la sincerità dell’animo è  fondamentale per capire l’amore dell’altro. Parlare di amore è complesso e per nulla facile da comprendere.

Curiosità sull’autore:

Khalil Gibran, nacque a Bsharre il 6 gennaio del 1883 e morì a  New York, il 10 aprile 1931. Kahil  è stato un poeta, pittore e aforista libanese naturalizzato statunitense.

Libanese di religione cristiano-maronita emigrò negli Stati Uniti;  La sua poesia venne tradotta in oltre 20 lingue, e divenne un mito per i giovani che considerarono le sue opere come breviari mistici. Gibran ha cercato di unire nelle sue opere la civiltà occidentale e quella orientale…Per saperne di più continua a leggere qui

L’amore ai tempi del digitale:

Comprendere le relazioni e l’andamento delle emozioni, è qualcosa di ostico e nella società moderna, la maggior parte delle persone soffre a causa di relazioni sbagliate e sentimenti compromessi.

Amare è qualcosa di innato, di non gestibile e non calcolabile. L’amore, direbbero gli psicologi, è qualcosa che spinge ad amare e a voler condividere la propria vita con una determinata persona, insieme alle pulsioni, alle emozioni e alla vita quotidiana.