Giovane non vedente va a messa con il cane guida. Il prete ha una reazione inaspettata

Voleva andare a messa in questi giorni di festa ma il prete ha avuto una reazione davvero inaspettata e il ragazzo ha deciso di postare una foto e raccontare la sua vicenda su Facebook per far capire a tutti l’ingiustizia subita.

Il suo nome è Francesco Gnech, si tratta di un ragazzo non vedente, che per poter condurre una vita quasi “normale” normalmente si fa aiutare dal suo cane guida per poter non dipendere da nessuno e fare le cose che fanno tutti i ragazzi della sua età. Il giovane, molto credente una domenica aveva deciso di andare a messa con il suo cane ma il prete ha avuto una reazione davvero inaspettata.

Il parroco, infatti non ha esitato un istante per cacciare i due e dire: “il cane disturba non lo voglio a messa”. Questo è lo spiacevole episodio verificatosi nella parrocchia di Santo Stefano a Sesto San Giovanni, alle porte di Milano. Il giovane dopo la vicenda ha deciso di postare un commento sul suo profilo Facebook e il suo post in pochi minuti ha fatto il giro del mondo.

Ecco cosa c’è scritto sul post: “Domenica mattina, mi reco, accompagnato da Pepe, il mio cane guida, presso la parrocchia come abitualmente faccio, in questa come nelle altre Chiese dove mi capita di recarmi.

Mi fermo appena oltrepassato l’ingresso, per essere pronto a uscire nel caso Pepe dovesse disturbare la funzione, cosa che può capitare in ragione di vari eventi quali grande affollamento o presenza, non infrequente, di bambini che corrono qua e là inseguiti dai genitori”.

Queste le sue prime parole poi continua dicendo: “il cane qua dentro non va bene. Un conto se stesse tranquillo ma, se disturba la funzione non puoi portarlo dentro.Devi lascialo fuori, qualcuno ti accompagnerà in chiesa”.

Giovane non vedente va a messa con il cane guida. Il prete ha una reazione inaspettata

Insomma, il giovane ha dovuto lasciare la chiesa e non ha potuto più seguire la messa ma ha deciso di raccontare la sua storia affinché gli altri sappiano le difficoltà che un giovane non vedente incontra al mondo di oggi, nonostante tutto e tutte le informazioni e sensibilizzazioni.