Frida Kahlo e l’amore: ‘La vita insiste per essere mia amica e il destino mio nemico’

 ‘La vita insiste per essere mia amica e il destino mio nemico’. Con queste parole, la sfortunata ma tanto amata e icona Frida Kahlo con frasi come questa voleva indicare e raccontare il suo stato d’animo nei confronti della vita e delle vicissitudini che l’anno potata a dover reagire e a combattere.

Una donna particolare, dai tratti caratteristici, marcati e di un inconsapevole fascino, che con le parole e con l’arte ha saputo comunicare come nessuno a tutto il mondo il suo pensiero. Le sue frasi sono attuali, vere e sincere e tutt’ora piccciono.

L’artista Frida Kahlo scrisse una frase che può, ancora oggi, indurci a riflettere sulla forza dei sentimenti e della sofferenza. In uno dei suoi testi si legge: ‘Mi capirai quando ti farà male l’anima come fa male a me’. Ecco in frasi dirette e fredde come questa che si capisce a pieno il pensiero e il carattere dell’autrice.

“Da quando mi sono innamorata di te, ogni cosa si è trasformata ed è talmente piena di bellezza… L’amore è come un profumo, come una corrente, come la pioggia. Sai, cielo mio, tu sei come la pioggia ed io, come la terra, ti ricevo e accolgo”…

“Se tu sapessi com’è terribile raggiungere tutta la conoscenza all’improvviso…come se un lampo illuminasse la terra! Ora vivo in un pianeta di dolore trasparente come il ghiaccio. È come se avessi imparato tutto in una volta, in pochi secondi”…

Alcune curiosità sull’autrice:

L’artista Kahlo, all’anagrafe registrata come Magdalena Carmen Frida Kahlo y Calderón è nata a Coyoacán il 6 luglio 1907 ed è morta sempre a Coyoacán il 13 luglio 1954.

Frida, conosciuta da tutti ancora oggi come icona di donna forte e di grande passione e successo, è stata una pittrice messicana, scrittrice e poetessa. Dopo un terribile incidente che le procurò traumi irreversibili al corpo, la donna iniziò ad avvicinarsi all’arte e alla lettura, in particolare alla pittura e alla poesia.

Il suo primo lavoro fu un autoritratto, che donò al ragazzo di cui era innamorata. Da ciò la scelta dei genitori di regalarle un letto a baldacchino con uno specchio sul soffitto, in modo che potesse vedersi, e dei colori. Incominciò così la serie di autoritratti….Continua a leggere qui

Loading...

Author: Serena Di Sisto

Share This Post On