Seleziona una pagina

Secondo recenti studi pare che la persona che mantenga entrambi all’interno della coppia sia anche maggiormente incline al tradimento. A dimostrarlo sono stati i ricercatori che hanno poi pubblicato tutto sull’American Sociological Review.

Secondo questo studio, effettuato dalla sociologa Christin Munsch e intitolato “L’effetto della disparità di reddito sull’infedeltà degli uomini e delle donne”, pare che il forte sbilanciamento economico sia negativo e possa ripercuotersi sulla coppia. Questo perché chi è maggiormente indipendente, non avendo nulla da perdere, sia poi anche più incline a tradire e a non avere paura delle conseguenze.

Tuttavia, altri studiosi invece hanno affermato che alla base di un determinato comportamento ci sarebbe anche «un mix di fattori genetici, ma anche biologici, culturali, storici, psicologici e religiosi». Questo è quanto è emerso da una ricerca effettuata da alcuni studi preliminari, portati avanti da diversi esperti durante il ventitreesimo Congresso dell’EPA (Associazione Europea di Psichiatria) di Vienna. Secondo questi studi invece sia il Dna a fare il resto. Gli studiosi hanno condotto una ricerca sul Dna e sulla storia amorosa tra le lenzuola di 181 giovani, scoprendo che quelli con una certa variante del gene DRD4 avevano il doppio di probabilità di concedersi una scappatella rispetto agli altri.

Ma tornando alla prima ricerca, è emerso che sono soprattutto gli uomini, quelli con maggiori possibilità economiche e quelli maggiormente inclini al tradimento della propria partner. Per arrivare a questa conclusione, gli studiosi hanno preso in esame un campione di coppie sposate o conviventi da oltre 1 anno, con età compresa fra i 18 e i 28 anni, dimostrando che l’infedeltà sia strettamente correlata alle entrate di uno dei due.

Molti hanno anche affermato di aver perdonato il partner e di aver proseguito la loro relazione. Il risentimento però, la sofferenza, l’aver capito di essere stati in qualche modo traditi, non è mai una buona cosa e il perdono in alcuni casi può essere deleterio per uno dei due o per la coppia. Il perdono, in questo caso, è un gesto estremamente importante e da fare solo in alcuni casi, solo quando una persona è davvero importante e quando è facile comprendere il gesto che ha portato al tradimento. Sia che si tratti di una coppia, di un amico/ amica, la situazione è sempre la stessa, per poter perdonare è necessario che ci sia amore e rispetto, altrimenti si ci farebbe del male senza motivo.

Farsi mantenere dal partner aumenta le possibilità di essere traditi

In alcuni fatti il perdono no serve anzi, ci fa cadere nella sensazione di essere piccoli e di dover per forza subire sempre. Il perdono è un percorso difficile da affrontare e per farlo devono esserci tutti i presupposti, altrimenti sarà solo una condanna interiore. Tuttavia, perdonare è sempre un gesto nobile ma va fatto solo con il vero sentimento e con il giusto rispetto per tutti. Ricordate che perdonare non significa dimenticare, ma imparare a convivere con qualcosa che fa soffrire.