E’ morto Andrea, il papà che scrisse un libro alla figlia per lasciarle un suo ricordo

E’ morto Andrea Bizzotto, il papà di Padova che scrisse un libro alla figlia per lasciarle un suo ricordo prima di morire a causa del tumore che gli aveva lasciato solo pochi mesi di vita.

L’uomo è morto all’età di 33 anni, appena in tempo per finire il libro che ha lasciato in eredità a sua figlia, avuta quando erano già iniziate le sedute di chemioterapia in ospedale. Un ricordo, un libro per conoscere il papà, anche dopo la morte. Questo è stato l’obiettivo portato a termine da Andrea dopo la triste notizia riguardo le sue condizioni di salute. I medici questa estate gli avevano dato il verdetto: solo ancora pochi mesi da vivere, mesi che Andrea ha passato a scrivere per lasciare un ricordo felice di lui alla sua bambina, ancora troppo piccola per avere avuto la possibilità di conoscerlo.

Andrea, il papà che scrisse un libro alla figlia per lasciarle un suo ricordo

“Io meritavo la possibilità di crescere e educare la mia piccola Giulia Grace”, ha detto fino all’ultimo dei suoi giorni.
“Visto che mia figlia è troppo piccola per ricordarsi di me, ho pensato di spiegarle bene chi è suo padre. Gli amori, le aspirazioni, i cibi preferiti ma anche il nostro primo anno insieme, le sensazioni che ho provato quando l’ho presa in braccio la prima volta”, ha raccontato a Repubblica spiegando il senso del suo libro “Storia di un maldestro in bicicletta”. A Granarolo Emilia (Bologna) il 28 febbraio alle 21 è prevista la prima presentazione pubblica del volume.

Author: SDS

Share This Post On