Divieto di fumare in spiaggia, multe fino a 500 euro. Ecco i Comuni dove non è vietato

Divieto di fumo in spiaggia, anche per questa estate sono previste multe salate per chi accende la sigaretta lungo una spiaggia destinata al pubblico.

Il divieto, per il 2019, si estende sia alle spiagge libere che agli stabilimenti attrezzati, dove potranno essere allestite delle aree apposite per fumatori, però ben ontane dalla riva e dagli altri bagnanti per far si che il fumo non disturbi i vacanzieri.

Ma dove sono le spiagge dove in assoluto è vietato fumare? Le ordinanze antifumo sono sempre più numerose e si estendono in tutta la Penisola, dal Veneto alla Sardegna. Per quanto riguarda il Lazio, per esempio, è vietato fumare sulle spiagge di Anzio, Ladispoli, Ponza, Sperlonga e Gaeta. Numerosi i Comuni che hanno emesso l’ordinanza antifumo anche sui litorali di Sardegna, Liguria, Veneto e Puglia. In questa direzione, da sempre vanno anche gli esponenti di FdI chiedono nello specifico, che da luglio scatti il divieto di fumo su tutto il litorale (spiagge libere e in concessione), nella pineta e in mare (fino a 200 metri dalla riva).

'Stop a sigarette in spiaggia in tutta Italia. Inquinano più delle auto'

“Visto l’impegno della Polizia Municipale, possono essere gli stessi balneatori e gli operatori marittimi a far rispettare il divieto per il quale saranno previste delle multe”, concludo dicendo anche che con questo atto volgiono solo tutelare le persone che non fumano e che vogliono godersi la vacanza.

Inoltre, secondo una ricerca dell’Istituto nazionale dei Tumori di Milano, pare che l’inquinamento generato dalle sigarette fumate in spiaggia equivale a quello di una zona a elevato traffico di auto. Nello specifico, i mozziconi spenti di sigarette, sono al primo posto nella classifica dei rifiuti che soffocano il mar Mediterraneo, il filtro di sigaretta impiega da 1 a 5 a biodegradarsi.

Loading...

Author: Serena Di Sisto

Share This Post On