Crisi e problemi legati alla disoccupazione in Italia. Dall’Unione Europea arriva un programma agevolato di prestiti vantaggiosi lanciati dall’unione Europea e dalla banca europea.

Come riporta il sito dell’Ansa.it le banche partecipanti dovranno contribuire portando la capacità finanziaria del programma a 2 miliardi di prestiti a condizioni vantaggiose (tassi più bassi, tempi di restituzione più lunghi e rate flessibili, legate alle oscillazioni dei prezzi) con priorità data agli imprenditori agricoli under 40.

Paolo De Castro, primo vice presidente della Commissione agricoltura del Parlamento europeo e relatore di Omnibus, ha commentato così l’iniziativa che porterà una boccata di ossigeno all’intero settore agroalimentare italiano ed europeo e ai giovani stessi.

“E’ grazie all’approccio coraggioso e alla visione ambiziosa con cui il Parlamento europeo ha varato nel 2018 il regolamento Omnibus per la riforma di metà percorso della PAC, che oggi la Commissione europea e la Banca europea per gli investimenti possono lanciare un programma di prestiti agevolati di un miliardo di euro per i giovani agricoltori e le Pmi”.

Per De Castro: “l’iniziativa di oggi è l’ulteriore dimostrazione che l’Europarlamento è stato e sarà sempre al fianco dei giovani agricoltori, il cui lavoro rappresenta la promessa di un futuro per tutti noi”. Ma anche “che l’Omnibus sta facendo da ‘apri strada’ per un rinnovo generazionale della nostra agricoltura, eliminando gli ostacoli all’accesso al credito per entrare nel mondo produttivo. In Italia e in Europa lo chiedono migliaia di giovani ‘under 40’, che vogliamo diventino nuovi e veri protagonisti del settore”.