Consigliati

Come si fa a capire quando l’amore c’è e quando non c’è?

Come si fa a capire quando l’amore c’è e quando non c’è? Domanda difficile a cui rispondere, sia per chi è in coppia, sia per chi è in cerca dell’amore.

L’amore in coppia:

Non è detto che se due persone stanno insieme è perché si amino con estrema certezza. L’amore è un sentimento difficile da capire. Si tratta di analizzare le proprie emozioni e quelle del partner.

Non è affatto facile comprendere se si ama o meno o fino a che punto si tiene a quella relazione o a quella persona. Dopo la fase dell’infatuazione e dell’innamoramento, infatti subentra una sorta di tranquillità e di affetto, collanti che tengono poi unita la coppia nel tempo avvenire.

Da tener presente, che la fase dell’innamoramento può trarre facilmente in inganno, poiché è difficile comprendere se quello che verrà dopo sarà vero affetto o solo una strana abitudine che tiene legate due persone.

L’innamoramento e le sue fasi:

L’innamoramento è accompagnato da tutta una serie di intense e travolgenti sensazioni ed emozioni, particolarmente all’inizio di un rapporto amoroso.

In genere si attraversano tre fasi: l’attrazione iniziale, l’infatuazione e il legame affettivo. Inoltre molti ritengono che i “sintomi” dell’innamoramento vadano a scemare nell’arco di circa tre anni, lasciando spazio ad un amore più consapevole, più maturo.

Ciò non significa che allo scadere del terzo anno non si avvertiranno più delle profonde emozioni, ma significa semplicemente che tali emozioni avranno un sapore diverso rispetto ai primi tempi.

Lo psicoterapeuta Diamond afferma proprio, lungo la sua carriera, di aver scoperto cosa rende un rapporto reale e duraturo. Il segreto per lui sta nell’affrontare le “5 Fasi dell’Amore che sarebbero: 

1. La fase dell’innamoramento

2. Il diventare una coppia stabile

3. Avere la disillusione

4. Dare vita ad un sentimento di amore stabile e reale nel tempo

5. l’uso del potere di entrambi di cercare di cambiare il mondo.

Amore o dipendenza affettiva?

Tra l’amore e la dipendenza affettiva, a volte, ci sono molti strati che offuscano il vero senso dell’attaccamento che si ha. Chi ama veramente, non si sente o non si dovrebbe sentire in alcun modo attaccato in maniera morbosa all’altro, ma vivrà con serenità l’amore he prova.

L’amore vero è affetto è stima nei confronti dell’altro, o voglia di vederlo/a felice, di volere solo il meglio. Solo se l’altro/a sta bene allora la persona innamorata è felice.

Quanti rinunciano al vero amore?

E se l’amore avesse bussato diverse volte alla porta ma non sia stato facile riconoscerlo? Non è raro sentir storie di persone, che a distanza di anni rimpiangono ancora un amore andato a male o non colto.

A volte, due persone non riescono nemmeno a portare avanti una relazione nonostante la forte intensità dei sentimenti reciproci. I colpi di fulmine, gli incontri improvvisi, sono gli stessi che si dissolvono nel nulla ma che restano per sempre scolpiti nella mente delle persone.

A volte la paura di restare soli, a seguito di una delusione d’amore, porta le persone ad accontentarsi o addirittura a cercare partner stabili, tranquilli e non per forza di cui ci si innamori poi follemente. L’amore in questo caso diventa una rinuncia per dar spazio all’affettività e al bene reciproco.

L’amore è un investimento affettivo:

L’amore vero, quello che dura negli anni è quello che si costruisce giorno per giorno, tra affetto, stima e bene. L’amore da solo non vive un pò come un fuoco, ha bisogno di essere alimentato e ravvivato.

Ma come capire se si ama o meno?

Gli esperti sono sempre al fianco delle persone in cerca di risposte e di amore e concordano col dire che non è sempre facile comprendere se si ama o meno una persona. Per capire se è amore ci vuole del tempo, ampia riflessione e uno sguardo analitico su di se e sul partner.

E’ importante capire quanto l’abitudine possa influire su quel legame e quanto invece l’affetto e il bene siano presenti. Bisogna analizzarsi e analizzare il partner con occhio critico, senza sconti. Bisogna cercare la verità con piccoli gesti e senza pretendere risposte a cui è difficile dare una risposta senza una accurata riflessione personale.

Le emozioni passano ma i sentimenti vanno coltivati, ogni singolo giorno. Solo in questo modo la coppia riuscirà sopravvivere alle difficoltà e alla monotonia della vita di tutti i giorni. Solo in questo modo sarà possibile contrastare la paura della solitudine e l’ebbrezza delle nuove conoscenze, talvolta prive di quell’affetto e incapaci di scaldare il cuore. 

In amore meglio i rimorsi che i rimpianti?

L’aiuto della letteratura scientifica:

Con queste riflessioni sulla natura delle relazioni amorose, il sociologo e filosofo accademico Zygmunt Bauman, ci ha voluto insegnare tutti i passi per saper amare e rispettare il proprio partner ogni singolo giorno, cercando di sfuggire al concetto di modernità e di “amore di ricambio”. 

Serena Di Sisto

Condividi
Scritto da
Serena Di Sisto

Post recenti

E’ possibile mantenere l’amicizia con un ex?

E' possibile mantenere l'amicizia con un ex? Non stiamo parlando del rapporto di semplice comunicazione…

1 giorno ago

Se vuoi costruire relazioni sane smetti di fare questi errori

Se vuoi costruire relazioni sane smetti di fare questi errori, errori che potrebbero compromettere anche…

4 giorni ago

Un tempo sarebbe stato facile amarmi

Un tempo sarebbe stato facile amarmi...Oggi parliamo di sentimenti e di cuori infranti, quelli che…

7 giorni ago

Se mi innamoro di un amico. Cosa fare?

Se mi innamoro di un amico/a. Cosa fare? Questa è la tipica domanda che le…

1 settimana ago

La paura di restare soli crea rapporti infelici?

La paura di restare soli crea rapporti infelici? Cosa sta accadendo alle società di oggi…

1 settimana ago

Quando si litiga in coppia. Di chi è la colpa?

Quando si litiga in coppia, di chi è la colpa? Può sembrare una domanda banale,…

2 settimane ago