Che senso ha tenere qualcuno che non ha saputo tenerti?

Che senso ha tenere qualcuno che non ha saputo tenerti? Questa domanda è molto ricorrente tra le persone che hanno vissuto o stanno vivendo una crisi all’interno della coppia. La domanda che più si pone una persona verso l’altro dopo essere stata ferita è proprio questa.

I sentimenti, le relazioni, vanno coltivate, aiutate a crescere e quando all’interno della coppia uno dei due è la causa delle continue rotture di un rapporto allora che senso ha continuare? che senso ha continuare a soffrire e ad annientarsi?
Anche gli esperti si sono spesso interrogati in fatto di relazioni e in questa visione ci torna di particolare appoggio una delle riflessioni dello scrittore e sociologo Zygmunt Bauman, che in molti dei suoi testi ha voluto dare un suo contributo al mondo delle relazioni educando le generazioni ad essere più coscienti sulla tematica dell’amore.

Bauman diceva anche che ‘l’amore è un prestito ipotecario fatto su un futuro incerto e imperscrutabile’, appunto un futuro instabile, un futuro pieno di preoccupazioni e per nulla stabile su ciò che riguarda le relazioni umane. L’amore viene trattato molto dall’autore, soprattutto in uno dei suoi libri sulle relazioni umane.

Bauman e i sentimenti: 'Possiamo comprare tutto ma non l’amore'

Nel saggio “Amore liquido” si riassume tutto il suo pensiero teorico riguardo le relazioni umane: “la relazione umana e la sua sorte in un’età in cui gli uomini e donne disperati perché abbandonati a se stessi, che si sentono degli oggetti a perdere, che anelano la sicurezza dell’aggregazione e una mano su cui poter contare nel momento del bisogno, e quindi ansiosi di instaurare relazioni sono al contempo timorosi di restare impigliati in relazioni “stabili”, per non dire definitive, poiché paventano che tale relazione possa comportare oneri e tensioni che non vogliono né pensano di poter sopportare e che dunque possa fortemente limitare la loro tanto agognata libertà e appunto di instaurare nuove relazioni, provano il fatto che oggi l’uomo è alla ricerca di una relazione ma al tempo stesso la teme, teme la sua durata e la sua bolla, da cui non poter più uscire e trovare la salvezza”.

Loading...

Author: Serena Di Sisto

Share This Post On