Cane sfregiato da un petardo nel naso: il web si mobilita per salvarlo

E’ un miracolo quello che sta accadendo dopo tante ore di agonia. L’episodio di violenza effettuato da alcuni balordi la sera di Natale ai danni di un cane vagabondo nei pressi di Campobasso non ha lasciato indifferente le tante persone che hanno conosciuto la sua storia in questi giorni di festa e hanno deciso, in qualche modo, di aiutarlo.

Stiamo parlando di Peppino il cagnolino che la sera di Natale è stato mutilato da un petardo infilato nel naso da alcune persone senza cuore . Il vagabondo è stato ritrovato da una volontaria dellʼApac nei pressi di un bosco a Campobasso sanguinante e dolorante. Per lui, dopo la notizia corsa sul web in tutta Italia, è stata lanciata una raccolta fondi su Facebook per far si che possa essere presto operato.

L’Apac ha voluto condividere sui social la storia del randagio: immediata la mobilitazione del web. “Ha avuto un trauma molto grave, la causa più plausibile è un petardo messo nel naso in quanto i lembi di pelle erano tutti bruciati e si spiegherebbe anche il tipo di frammenti che rimanevano nella parte esposta”. Queste le parole scritte sui social dalla volontaria che l’ha soccorso per prima dopo la vicenda.

Cane sfregiato da un petardo nel naso: il web si mobilita per salvarlo

Dopo la notizia la pagina Facebook dell’Apac è stata sommersa da messaggi di solidarietà e molti hanno chiesto all’Associazione di poter venire in ambulatorio a coccolare il cane.

“Ringraziamo tantissimo tutti coloro che vogliono andare a trovare Peppe, state diventando tantissimi, e siamo contentissimi di questa vicinanza, ma capirete che in un ambulatorio veterinario tutta questa attenzione potrebbe creare alcuni problemi nello svolgimento del lavoro quotidiano. Saremo felici di aggiornarvi noi su ogni progresso di Peppe con video, foto, dirette ed ogni comunicazione a lui relativa”, ha scritto l’associazione Apac.

Author: SDS

Share This Post On