Consigliati

Bukowski: ‘Sempre più, mi aspetto meno’. Sono passati 27 anni dalla sua morte

Bukowski diceva: ‘Sempre più mi aspetto meno’. Oggi lo volgiamo ricordare così, con questa frase malinconica e pessimista, pessimista proprio come lo era la sua anima.

Oggi, 9 marzo del 2021, sono passati esattamente 27 anni dalla morte del celebre scrittore maledetto Charles Bukowski, un autore, che tutt’oggi mantiene una leggerezza e una strabiliante attualità nelle sue opere.

Un giorno questo, che implica una riflessione più ampia sulla sua vita e le opere che ha lasciato in eredità alle generazioni future. I suoi libri invitano alla riflessione, in maniera critica e oggettiva, sulla vita e sulla complessità dei rapporti umani e con la società.

I sentimenti, sono sempre al centro delle sue riflessioni. Amore, odio, rancore, gioia, peccati. Tutto si intreccia e tutto crea un filo conduttore con le problematiche attuali.

L’uomo nel corso della sua vita è portato a confrontarsi con la gioia, con i dispiaceri, con i dolori e con le ingiustizie. Bukowski descrive ogni forma di emozione e lo fa senza filtri, senza mezzi termini, senza peli sulla lingua.

Bisogna imparare a guardare criticamente ciò che circonda e a dire ciò che si pensa. Bisogna imparare a stare bene con se stessi e far bene a se stessi e poi agli altri. Tra i tanti insegnamenti di Bukowski oggi ci soffermiamo su quello riguardate la ricerca di una propria dimensione felice, di un equilibrio, fuori dagli schemi e dai vincoli che la società impone.

Bukowski e la sua vita:

Nel corso della sua vita, Bukowski per un breve periodo fu anche sposato. Tuttavia, pare che il suo vero e grande amore fu solamente Jane Cooney Baker, donna che però non sposò e che morì nel 64 lasciando un grande vuoto nel cuore e nella vita del poeta.

Lo stile dissoluto, l’alcol, le corse dei cavalli, lo squallore delle vite marginali, l’ipocrisia del ‘sogno americano’ sono i temi sui quali prendono via le sue opere.

Bukowski, morto all’età di 73 anni il 9 marzo del 1994 a Los Angeles, rivive da 26 anni nel cuore di tutti i suoi fan e dei sui lettori, che spesso lo ricordano e lo citano.

Charles Bukowski, pur utilizzando un linguaggio sporco e a tratti disdicevole, ha saputo anche esprimere i suoi sentimenti verso le donne, che ha amato scrivendo anche poesie dal grande valore emozionale.

Le opere:

Le sue opere raccontavano storie di vita vissuta, anche della sua vita, delle sue esperienze, dei suoi tormenti, di una vita dissoluta e circondata da vizi di vario genere.

COSA LEGGERE? ECCO UNA LISTA DEI MIGLIORI LAVORI DI CHARLES :

1) “Post office” (1971): 

Si tratta di un romanzo autobiografico davvero interessante per chi ha un debole per l’autore e che vede come protagonista l’alter ego dell’autore, Henry Chinaski, che lavora come postino.

2) “Storie di ordinaria follia”

(1972): forse la sua raccolta di racconti più famosa, “Storie di ordinaria follia” va necessariamente letto e non solo da chi ama la letteratura. 

3) “Pulp. una storia del XX secolo”: 

Questo romanzo venne pubblicato postumo nel 1994 e narra la storia di un detective di Los Angeles con il vizio dell’alcol e del gioco che lo ostacolano nelle sue ricerche. 

4) “Sull’amore”:

Al momento il più venduto online e non solo. Questa raccolta inedita di poesie attraversa tutte le sfaccettature dell’amore secondo Charles Bukowski.

Ricordiamo, che nel corso della sua carriera, intervallata da donne e vita dissoluta, Charles Bukowski ha scritto sei romanzi, centinaia di racconti e migliaia di poesie, per un totale di oltre sessanta pubblicazioni.

Nel corso della sua carriera, intervallata da donne e vita dissoluta, Charles Bukowski ha scritto sei romanzi, centinaia di racconti e migliaia di poesie, per un totale di oltre sessanta pubblicazioni.

Il contenuto dei suoi libri tratta della sua vita, caratterizzata da un rapporto morboso con l’alcol, appunto, da frequenti esperienze carnali e da rapporti tempestosi con le persone.

Bukowski: ‘Mai far capire ad una donna quanto è importante’

Ad oggi, a 100 anni dalla sua nascita, Charles Bukowski è uno tra i poeti più letti del secolo scorso. Il suo modo di scrivere attrae e invita alla lettura. Chi  è alla ricerca di un libro basato sulla schiettezza, che non si limita all’utilizzo di parole, anche forti, allora Bukowski è lo scrittore ideale.

La corrente letteraria a cui spesso viene associato è quella…Continua a leggere qui

Serena Di Sisto

Condividi
Scritto da
Serena Di Sisto

Post recenti

Anche dalla relazione peggiore si può imparare qualcosa?

Anche dalla relazione peggiore si può imparare qualcosa? Cosa accade alla mente quando si elabora…

7 ore ago

Le differenze fra uomo e donna narcisista in coppia

Le differenze fra uomo e donna narcisista in coppia esistono ed è essenziale distinguerle per…

3 giorni ago

Le tecniche che un narcisista usa in coppia per screditare l’altro

Le tecniche che un narcisista usa in coppia per screditare l'altro sono difficili da individuare…

5 giorni ago

Nessuna relazione è una perdita di tempo. Come mai?

Nessuna relazione è una perdita di tempo. Se non ti ha portato quello che vuoi,…

1 settimana ago

Non inseguire chi sa dove trovarti. Ecco perché

Non inseguire chi sa dove trovarti. Bisogna superare la paura della solitudine altrimenti si rischia…

1 settimana ago

Se un narcisista vuole lasciarti userà le seguenti tecniche. Ecco quali

Se un narcisista vuole lasciarti userà le seguenti tecniche. Ecco quali sono e come evitare…

2 settimane ago