Seleziona una pagina

Possiamo dire addio agli 0,90 centesimi. Scattano gli aumenti IVA

Arrivano aumenti IVA su app, musica e prodotti digitaliA causa dell’incremento dell’IVA infatti il presso di un singolo download potrebbe superare il prezzo si 1 euro.

Il 1° gennaio 2015 scatta l’aumento dell’imposta IVA sulle app, brano musicale o qualsiasi altro servizio elettronico.

Le nuove regole sull’Iva  imporranno che, per i download di musica, film, videogiochi, sport, programmi televisivi e di intrattenimento, telefonia fissa e mobile, internet, e-book e abbonamenti o scarico di giornali e riviste, sarà applicata l’aliquota Iva che c’è nel paese del consumatore e non più la tassazione del Paese del soggetto fornitore.

Chiaramente tutti i principali “Store” (come Apple, Google e Amazon) hanno le sedi europee in Lussemburgo avvantaggiandosi di un’Iva che incide solo per il 15%.

Ma dal prossimo anno si ‘cambia musica’. In Italia, l’Iva passerà dal 15% al 22%. Chiaramente a farne le spesa saranno i consumatori come al solito. Infatti in italia un download vi costerà in percentuale il 7% in più dell’anno scorso.