Seleziona una pagina

Amore sano e amore malato. Quali sono le differenze? Come fare a capire se la propria relazione è fondata su atteggiamenti sani o dannosi?

Nessuno è preparato a reagire all’amore in un modo ben preciso, ci si ama e basta. Quando l’amore arriva, con esso giungono tutta una serie di situazione e cambiamenti, che possono apportare benefico o danno.

Quando la coppia si stabilizza, a seguito della fatidica fase dell’infatuazione ( che di solito non dura più di 7 mesi) ci si inizia a confrontare e a capire in quale direzione si vuole procedere.

Non è facile che la coppia si stabilizzi subito e col passare del tempo, anche i più innamorati finiranno col doversi scontrare con i conflitti e con la vita reale. Come diceva anche Raffaele Morelli, non bisogna aver paura di litigare in coppia, soprattutto se le discussioni sono costruttive e portano ad un risultato positivo. La coppia mira a crescere e quando cresce il rapporto viene considerato sano e non malato.

Quando un rapporto è malato?

Un rapporto di coppia viene considerato malato e dannoso, quando entrambi non hanno beneficio nella relazione, quando non crescono, quando la storia non progredisce e si finisce col rimanere ancorati ad una situazione che non aiuta a maturare ne l’uno e ne l’altro. Quando si procede in questa direzione, vi è alla base una profonda insicurezza di uno o di entrambi. L’amore malato si caratterizza in persone che vivono periodi di profonda insicurezza, in cui si tende a voler controllare l’altro e non a viverlo.

Il possesso dell’amore insano:

L’amore insano si caratterizza per la bramosia di possesso e di controllo. La persona che vuole controllare l’atro non ama in modo sano ma in modo malato e tende a voler controllare l’altro a causa di profonde insicurezze pregresse. Se la relazione insana prosegue a lungo, non si farà altro che accentuare le proprie nevrosi e non si crescerà mai.

La coppia che non evolve:

La coppia di partner che vive un amore malato non cresce, non riesce a fare progetti e a gettare le basi per un futuro insieme. Il futuro è una variabile necessaria affinché la relazione funzioni, Perché due vadano avanti, c’è bisogno di progetto e di futuro. Nonostante queste coppie vivano con la perenne incertezza, spesso, sono le stesse che non riescono a separarsi poiché vivono l’uno la nevrosi dell’altro.

La coppia sana?

All’interno della coppia sana, si vivono momenti di grande serenità e tranquillità e anche le liti non cambiano l’andamento della storia ma anzi, la migliorano, poiché basate su un ragionamento costruttivo e conoscitivo.

I veri criteri per avere un amore sano secondo il Buddismo
I veri criteri per avere un amore sano secondo il Buddismo

La risoluzione dei problemi che emergono in una coppia sana, sono basati sulla possibilità di avere un confronto comune, di una crescita comune e di un supporto. Avere qualcuno, non significa aggrapparsi ma sostenersi. “Io sto con te perché amo te”, non “io ti amo perché ho bisogno di te”.

Il ragionamento sano e la libertà:

La libertà è alla base di ogni sentimento ben riuscito. Essere liberi aiuta ad amare e sentirsi liberi di amare. Nel buddismo la libertà interiore stimola l’equilibrio fisico e mentale di una persona e quindi della coppia. La libertà aiuta a placare i tormenti interiori e a non sentirsi obbligati nei confronti di un partner.

La libertà è alla base dell’amore. Solo chi ama profondamente concede e gode della libertà dell’altro perché sa e si fida del partner. Il poter lasciare liberi aiuta l’altro ad avvicinarsi e a non sentirsi costretto da obblighi morali e fisici. La libertà però va bene gestita e non dovrà mai essere l’occasione per tramare alla spella del partner. La libertà in amore, se ben usata, procurerà altro amore e gioia.

L’amore è qualcosa che arriva e difficilmente si cerca. Per trovare l’amore, bisogna essere ben predisposti e disponibili ad impegnarsi.

L’amore, se non coltivato giorno per giorno rischia di morire e di affievolirsi. Chi vuole avere una storia amorosa appagante, dovrà quindi purificarsi e liberarsi di tutti quei piaceri passeggeri e vizi che non fanno altro che allontanare dall’armonia di coppia. La gelosia, va allontanata, la paura anche. Esistono catene invisibili che legano l’uomo e la sua mente e solo una volta aver riconosciuto la presenza di queste, sarà possibile liberarsi e iniziare un percorso di profondo cambiamento.