Arriva l’obbligo di installare le telecamere negli asili e nelle case di riposo

E’ finalmente obbligatorio l’utilizzo di telecamere di sicurezza all’interno degli asili e dentro le case di riposo. Le commissioni Lavori pubblici e Ambiente del Senato hanno approvato un emendamento bipartisan, firmato da Lega, M5s, Pd e Forza Italia. Tutti d’accordo quindi sulla sicurezza per le fasce più deboli grazie all’obbligo di dispositivi di controllo.

Dopo i numerosi fatti di cronaca e i continui video arrivati dalle forze dell’ordine riguardo la situazione di degrado e violenza all’interno di alcuni luoghi per minori e per anziani, l’Italia sentiva da tempo la necessità di una legge che favorisse la sicurezza e la tutela di queste categorie.

Al via all'obbligo di installare le telecamere negli asili e nelle case di riposo

Nello specifico, è prevista nello stato di previsione del ministero dell’Interno una dotazione di 5 milioni per il 2019 e 15 milioni per ciascuno degli anni dal 2020 al 2024 che serviranno ai Comuni per installare in ogni aula di ogni scuola per l’infanzia sistemi di video-sorveglianza e apparecchiature finalizzate alla conservazione delle immagini per fini di sicurezza.

Per il ministro per la Famiglia e le Disabilità, con delega alla tutela minori, Lorenzo Fontana questa era una decisione da prendere il prima possibile. Dopo il risultato ha così commentato la nuova regola dicendo: «Ritengo che si tratti di una misura utile e importante per la tutela dei minori e delle persone più fragili. Ringrazio i senatori, per la sensibilità e lo spirito costruttivo dimostrati. È un bel segnale che su temi così importanti ci sia trasversalità e convergenza dei partiti dei diversi schieramenti».

Author: Serena Di Sisto

Share This Post On