Si è spento all’età di 77 anni a Fairhope, città dell’Alabama dove viveva, lo scrittore Winston Groom autore del celebre romanzo Forrest Gump. Un successo il suo racconto, che si è fatto conoscere anche grazie al film che lo rese, in poco tempo celebre in tutto il mondo.

Winston Groom, pubblicò il suo romanzo nel 1986. Un testo, che inizialmente, non riuscì a riscuotere il successo che meritava. Il boom, infatti, ci fu solo dopo, nel 1994, quando Paramount Pictures decise di farne un film diretto da Robert Zemeckis. Dall’uscita della pellicola, il testo di Groom diventò un best seller da 1.7 milioni di copie. Tutti, ma proprio tutti impazzirono per il personaggio di Forrest.

A confermare la sua morte è stata la sindaca Karin Wilson con un messaggio sui social: “Anche se verrà ricordato per aver scritto Forrest Gump – ha scritto – Groom era un giornalista e un premiato scrittore della storia americana”. Il suo romanzo, dopo il sensazionale successo del film, ha registrato un boom nelle vendite, facendo esplodere il fenomeno del “gumpismo”. Groom, nel corso della sua vita ha poi pubblicato altri testi, che però non riuscirono ad appassionare come quello su Forret.

SE ANCORA NON HAI VISTO IL FILM O VUPI RIVEDERLO CLICCA QUI

Trama di Forrest Gump:

“Il film spazia su circa trent’anni di storia degli Stati Uniti d’America: Forrest, seduto su una panchina, comincia a raccontare la propria storia, che inizia quando egli stesso era un bambino e si conclude approssimativamente nel 1982. Durante questi anni Forrest conoscerà importanti personaggi della seconda metà del XX secolo”…

Vennero pubblicati numerosi libri di nonfiction, tra cui Conversations with the Enemy sulla guerra del Vietnam, finalista al premio Pulitzer nel 1984 nella categoria di nonfiction. Il suo ultimo romanzo, da titolo “El Paso“, è uscito negli Usa nel 2016.