“A volte mancarsi è l’unico modo che rimane per continuare a stare insieme. È il potere della memoria, quello che nessuno potrà mai portarci via”. Questa frase, estrapolata dal libro di Massimo Bisotti intitolato “Un anno per un giorno”, oggi ci invita a riflettere sulla complessità delle relazioni amorose.

Amare è restare uniti, anche dopo una rottura. Esistono rapporti, che pure essendosi esauriti, continuano a vivere all’interno dei ricordi.

SE ANCORA NON HAI LETTO UN TESTO DI BISOTTI O TI MANCA QUESTO CLICCA QUI E SCARICA IL LIBRO NEL FORMATO CHE PREFERISCI

CLICCA QUI

trama:

“Alex Gioia è uno dei più famosi cantanti italiani. La sua vita, baciata dal successo, è attraversata da un cruccio che lo tormenta: non aver potuto vivere fino in fondo la sua storia d’amore con Greta, una ragazza più giovane di lui, conosciuta durante un evento a Napoli. Alex e Greta si sono rincorsi, si sono sfiorati, ma il momento per loro non è stato mai quello giusto. Da qualche tempo Alex si è trasferito a Parigi, per riprendere fiato in una città in cui non conosce nessuno e nessuno lo conosce, per ritrovare la sua ispirazione perduta”.

Quando è fondamentale lasciare andare per ritrovare la pace

“Un giorno, in metrò, si incuriosisce osservando una donna che scende sempre a fermate diverse con persone diverse, facendo delle bolle di sapone. Ne resta affascinato, si presenta e si ritrovano a parlare di occasioni mancate e di rimpianti. Improvvisamente Nirvana, questo è il nome della ragazza, offre ad Alex un dono: un tubo di bolle di sapone. Un tubo magico, gli spiega, e ogni volta che soffierà potrà tornare a un giorno del suo passato, e cambiarlo. Ma ogni viaggio avrà un prezzo. Per ogni tentativo fatto”….